Jorge Lorenzo: “Saremo più vicini a Marquez e Vinales”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo, com’era prevedibile, sta un po’ faticando ad adattarsi alla Ducati. Un fatto normale, considerando che per nove anni ha guidato una moto completamente diversa come la Yamaha. Serve tempo al maiorchino per migliorare il feeling con al Desmosedici.

Già in Qatar, pista gradita sia a lui che alla Ducati, ci potranno essere passi in avanti. Sul tracciato di Losail si correrà l’ultimo test pre-campionato e anche la prima gara del Mondiale MotoGP 2017. Il team di Borgo Panigale in terra qatariota potrebbe ottenere delle buone risposte, anche se la concorrenza non starà a guardare. Bisognerà attendere il 10 marzo per l’ultima tre giorni di test. Poi il 26 ci sarà il primo gran premio.

Jorge Lorenzo fiducioso

Jorge Lorenzo in un’intervista rilasciata a Motorsport.com ha spiegato che in Qatar si aspetta di essere competitivo. Nonostante l’assenza delle alette, abolite da quest’anno, lo spagnolo pensa di poter dire la sua: “Non avremo alcuna nuova carena durante i test i Qatar, non so da dove vengano queste voci. Credo che, pur non avendo le ali e sapendo che Marquez e Vinales hanno fatto un passo avanti, saremo più vicini a loro”.

Gigi Dall’Igna ha più volte avuto modo di spiegare che l’abolizione delle appendici aerodinamiche ha creato un grosso problema alla Ducati. Quella soluzione forniva maggiore equilibrio e stabilità alla moto. Adesso il team sta lavorando per ottenere in maniera differente gli effetti positivi che davano le alette. Ovviamente non è semplice, serve del tempo. Ma nella casa di Borgo Panigale non mancano le competenze per riuscire a trovare il bandolo della matassa.

Lorenzo è convinto che la Ducati si presenterà ai prossimi appuntamenti con delle soluzioni che lo aiuteranno e migliorare. E tutti si attendono questo, perché si sta parlando di un grande costruttore e di un grande pilota. Un binomio che sarà vincente, anche se forse non immediatamente.