Lorenzo Baldassarri: “Provo a rubare il più possibile da Rossi”

Lorenzo Baldassarri (©Getty Images)

Lorenzo Baldassarri si appresta ad affrontare una nuova stagione di Moto2. L’ultima annata l’ha chiusa all’8° posto in classifica generale, conquistando anche una vittoria al Gran Premio di San Marino. Per questo 2017, invece, il pilota del team Forward punta davvero in alto, questo per lui è il quarto anno nella categoria e dopo i primi tre di apprendistato vuole provare a fare il definitivo salto di qualità.

Come riportato da “Speedweek.com”, Lorenzo Baldassarri è davvero determinato: “Cerco di prepararmi con cura per la nuova stagione. In inverno, ho guardato tutte le gare della stagione 2016 e ho fatto un addestramento particolare. Ho analizzato il mio stile di guida e l’ho confrontato con gli altri. Abbiamo sempre qualcuno della VR46 Academy  in pista che ci guarda e ci dà dei consigli. Anche Valentino spesso ci guarda quando ha tempo. Lui è molto impegnato e ci sta molto vicino al ranch. Io provo a rubare il più possibile da lui”.

Lorenzo Baldassarri: “Il mio sogno è arrivare in MotoGP”

“Naturalmente sono sotto pressione, ma la squadra in questo sta cercando di aiutarmi. Con Francesco Bagnaia abbiamo riso su come andrà la prossima stagione. C’è molto rispetto tra di noi, anche con Luca Marini, nonostante in pista siamo avversari. Possiamo aiutarci molto a vicenda e crescere insieme”.

“In inverno ho lavorato molto sulla mia spalla dopo l’intervento chirurgico. Ho guidato molto al ranch. Per quanto concerne il mio stile di guida ho lavorato molto sulle mie performance in condizioni miste e di bagnato. Un buon pilota deve essere veloce in tutte le condizioni. Proprio per questo nei test invernali provo tutte le condizioni atmosferiche”.

Lorenzo Baldassarri chiude sul sogno MotoGP: “Il mio sogno è quello di approdare un giorno in MotoGP. Fin da quando ero bambino quello era il mio obiettivo. Farò di tutto per arrivarci, ma la cosa importante è non andare di fretta. Voglio fare quel passo solo quando sarò pronto. Per me la moto più grande sarebbe perfetta, perché sono grandi e pesanti e hanno una maggiore potenza”.

Antonio Russo