Max Verstappen: “Al momento non pensiamo alla prestazione”

Max Verstappen, Red Bull (©Getty Images)

Messi da parte i problemi tecnici (sensore e batteria) che hanno rallentato il debutto della Red Bull con Daniel Ricciardo. Questo martedì Max Verstappen è riuscito a completare un buon numero di giri, 89, senza incontrare particolari intoppi e a fermare il cronometro sull’1’22″200 valido per la terza piazza.

“Oggi è andata abbastanza bene. Sono state due sessioni positive, per cui sono contento”. Ha dichiarato l’olandese al termine del turno.

“Ci può stare comunque che in uno shakedown così importante, viste le tante novità, come quello di quest’anno si siano incontrati problemi”. Ha cercato di minimizzare gli inconvenienti che hanno bloccato più volte il collega di box lunedì.

Interrogato poi sulle prestazioni della RB13 e sul confronto con la Mercedes, che già sembra volare rispetto alla concorrenza il 19enne ha tirato fuori un’inedita diplomazia. “Al momento non stiamo pensando al tempo e alla velocità. Ciò che ci preme in assoluto è coprire più chilometri possibile. Insomma dobbiamo prima verificare il comportamento della monoposto sulla distanza e poi si vedrà. Magari già nei prossimi due giorni”.

A fronte del nuovo regolamento per cui le macchine sono più potenti e dispongono di maggior downforce i sorpassi  in gara potrebbero essere più complicati, in quanto prendere la scia di chi precede,  in teoria dovrebbe essere più difficoltoso.  Un grattacapo questo. Che pare non preoccupare Max Verstappen. Il maestro delle manovre azzardate e non nel 2016.

“Già durante le due sessioni odierne ne ho compiuto più di qualcuno. Dunque non penso sarà un vero problema”. Ha tagliato corto.

Infine a chi gli domandava se sentiva la pressione dei pronostici che lo vogliono come il rivale più temibile di Hamilton per quanto concerne la conquista del mondiale, il vincitore dello scorso GP di Spagna ha concluso. “E’ un tema a cui non ho pensato. Sinceramente il mio target adesso è lavorare bene e fare il mio. Più avanti mi fisserò dei target”.

Chiara Rainis