Test F1 Spagna, Hamilton chiude in testa la prima giornata

Lewis Hamilton (©Getty Images)

Una rondine non fa primavera. Ed infatti manco a dirlo, nella sessione pomeridiana del giorno 1 del test della F1 al Montmelo, Lewis Hamilton, ha subito spodestato il leader del mattino Vettel.

L’inglese della Mercedes ha completato 73 giri e fermato il cronometro sull’1’21″765. In pratica, poco meno di tre decimi meglio di quella che era stata la pole position da lui firmata a Barcellona nel 2016 con le vecchie monoposto.

Secondo a 1’21″878 il buon Sebastian della Ferrari. Con un bottino di 128 tornate che l’hanno reso lo stacanovista di giornata.

Terzo Felipe Massa. Immediatamente a proprio agio con la sua Williams FW40 malgrado un piccolo testacoda. Il brasiliano infatti ha staccato un 1’22″076 non molto lontano dal tempo  del tedesco del Cavallino.

Quarto a sorpresa il danese della Haas Kevin Magnussen. Tra i pochi a girare con le  gomme morbide. Ha concluso con un gap tuttavia superiore al secondo.

Quinto a 1″6 Daniel Ricciardo su Red Bull. Capace di accumulare 50 tornate malgrado i guai del mattino ad un sensore e quelli alla batteria del pomeriggio.

Alle sue spalle con il crono del primo turno avendo ceduto il sedile ad Ham nel secondo, Valtteri Bottas. Ricordiamo che il finlandese era stato il più attivo in pista con 79 giri.

Non si è mai visto in azione Sergio Perez. Il messicano è probabilmente stato bloccato da un problema tecnico, ma per ora la Force India non ha diffuso nulla.

Uno dei piloti più acclamati dal pubblico presente sugli spalti, Carlos Sainz ha terminato ottavo con un distacco di 2’7 da Hamilton.

In linea con le attese la presentazione della Renault. Oggi nelle mani di Nico Hulkenberg. Nono a tre secondi dalla vetta.

E’ riuscito a partire soltanto alle 16.30, causa il grave problema al motore legato all’olio apparso nell’unico giro compiuto al mattino, Fernando Alonso. L’asturiano, accolto come un re dai tifosi, ha percorso 29 tornate non particolarmente significative.

Ultimo con un divario di 5″ imbarazzanti Marcus Ericsson su Sauber. E’ probabile comunque, che lo svedese si sia solo dedicato ai normali check che si fanno al debutto di una macchina, e non abbia badato al cronometro.

In generale la seconda sessione è stata più vivace e serrata nel ritmo. Le temperature hanno toccato  i 19 °C e le Pirelli usate maggiormente sono state ancora una volta le medie.

CLASSIFICA TEMPI GIORNO 1 TEST SPAGNA

1 Hamilton Mercedes W08 1:21.765 (73 giri)
2 Vettel Ferrari SF70-H 1:21.878 +0.113 (128)
3 Massa Williams FW40 1:22.076 +0.311 (103)
4 Magnussen Haas F1 VF-17 1:22.894 +1.129 (51)
5 Ricciardo Red Bull Racing RB13 1:22.926 +1.161 (50)
6 Bottas Mercedes W08 1:23.169 +1.404 (79)
7 Perez Force India VJM10 1:23.709 +1.944 (39)
8 Sainz jr Toro Rosso STR12 1:24.494 +2.729 (51)
9 Hülkenberg Renault RS17 1:24.784 +3.019 (57)
10 Alonso McLaren MCL32 1:24.852 +3.087 (29)
11 Ericsson Sauber 1:26.841 +5.076 (72)

Chiara Rainis