SBK Phillip Island, Chaz Davies: “Proveremo a vincere”

Chaz Davies (©Getty Images)

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) è stato il più veloce nelle due prime sessioni di prove libere a Phillip Island. Il suo best lap vede il cronometro fermarsi a 1’30″189. Ma il campione in carica Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) è alle calcagna con il tempo di 1’30″255 nelle FP1 ed è stato il più veloce nell’ultimo turno.

Xavi Fores (BARNI Racing Team) ha svolto una buona prestazione e si è assicurato il terzo posto provvisorio, davanti alla Kawasaki di Tom Sykes staccato di meno da quattro decimi. Nel suo ritorno al WorldSBK Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati) è stato il quinto più veloce, grazie al suo giro in 1’30.627 registrato nel pomeriggio.

“Come primo giorno non c’è male. Sono molto contento del tempo siglato al mattino, mentre sul passo di gara ci resta ancora qualcosa da migliorare – ha dichiarato Chaz Davies -. Abbiamo adottato un approccio metodico in questi giorni, come del resto durante tutto l’inverno, migliorando passo dopo passo, senza stravolgere il nostro assetto di base. Questa pista è un po’ più difficile per noi, abbiamo dovuto fare qualche aggiustamento in più, ma siamo riusciti ad essere progressivamente più competitivi. Molti continuano a menzionare la nostra striscia aperta di vittorie, ma prenderemo la gara come viene. Se ci sarà la possibilità, proveremo a vincere. Altrimenti puntiamo a portare a casa più punti possibili. La costanza di risultati è fondamentale”.

Melandri insegue i big

Buono l’esordio ufficiale di Marco Melandri, quinto, dopo aver sofferto il vento australiano. “Questa mattina siamo partiti con qualche difficoltà in più rispetto a ieri: le condizioni erano un po’ ostiche perché c’era molto vento ed abbiamo dovuto riprendere fiducia gradualmente. Nel pomeriggio invece ho ritrovato le giuste sensazioni ed un buon bilanciamento – ha spiegato Marco Melandri -. Ho fatto molti giri con la stessa gomma, ma non consecutivi, quindi ancora non so se siamo in grado di essere costanti come Davies e Rea sulla lunga distanza… La Superpole sarà molto importante, dopodiché vedremo che strategia adottare in gara. Non ho un obiettivo preciso in testa, voglio divertirmi ed il resto verrà da sé”.