MotoGP, Maverick Vinales: “In Yamaha devo copiare Lorenzo”

Maverick Vinales
Maverick Vinales (©Getty Images)

Maverick Vinales è considerato da tutti uno che nel 2017 lotterà per il titolo MotoGP. I suoi ottimi risultati nei primi test hanno convinto, anche se saranno le gare a determinare il suo livello. Però è innegabile che debba essere considerato un rivale di Marc Marquez, avendo talento e moto per ambire al Mondiale.

Ha stupito fin da subito la sua abilità nell’adattarsi alla Yamaha. Non che la Suzuki guidata per due anni fosse radicalmente diversa dalla M1, ma questa velocità nel riuscire ad andare forte subito ha sorpreso. Anche Valentino Rossi, che lo considerava già un compagno di squadra tosto, è rimasto colpito. E ora bisognerà vedere se nell’ultima sessione di test pre-campionato in Qatar, dove poi scatterà anche il primo GP del Mondiale, lo spagnolo si confermerà.

MotoGP, Maverick Vinales ‘copia’ Jorge Lorenzo

Intanto Vinales ai microfoni di MotoGP.com ha avuto modo di spiegare il suo adattamento non complicato alla M1: “La differenza tra la Yamaha e la mia moto dell’anno scorso non è così grande. Le mie linee sono simili, ho dovuto adattarmi solo per l’elettronica e la frenata”. Il 22enne di Figueres conferma che rispetto alla Suzuki il suo attuale mezzo non è poi così diametralmente opposto come caratteristiche. Il suo stile di guida deve cambiare solo in parte, senza essere sconvolto.

Maverick ha proseguito nella sua analisi confermando che i dati di Jorge Lorenzo, forniti da Ramon Forcada e Wilco Zeelenberg si stanno rivelando molto utili: “Ho una moto vincente, Jorge lo ha dimostrato a Valencia. Sto utilizzando lo stesso set-up, devo fare più giri possibile e copiarlo. I punti di frenata sono particolarmente importanti e la fase finale può essere cruciale. In questa zona io non sono al cento per cento. Con la Suzuki frenavo molto tardi, ma con la Yamaha devo cambiare. Devo frenare un po’ prima. Jorge era veloce con la Yamaha, devo imparare”.

Pare che stia già imparando in fretta, anche se sarà in gara che lo testeremo definitivamente. Manca poco più di un mese al primo gran premio del campionato MotoGP 2017. L’appuntamento sarà in Qatar sul circuito di Losail. Sicuramente ci sarà tanta battaglia in pista, perché tutti coloro che aspirano al titolo ci tengono a vincere o almeno ad andare sul podio nella prima gara del Mondiale. Un segnale di forza, anche se poi la stagione sarà lunga e ci sarà tempo per tutto.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)