La Ferrari svela i segreti della SF70-H

Ferrari SF70-H (© Scuderia Ferrari official)

Se la presentazione della Mercedes è apparsa sottotono, quella della Ferrari è stata ancora peggio. Partita come un orologio svizzero alle 9.45, si è conclusa neppure cinque minuti dopo. Risolvendosi in un video riassunto dell’evoluzione delle sue monoposto dagli anni ’50, per finire in una ripresa del box ospitante la nuova vettura, in centro, e ai lati, i piloti Kimi Raikkonen, Sebastian Vettel e la riserva Antonio Giovinazzi, e la dirigenza formata dal team principal Maurizio Arrivabene e dal boss tecnico Mattia Binotto.

Per quanto concerne le novità. Partiamo dal nome. Scartato l’SF17-JB in memoria di Jules Bianchi. Per cui tra l’altro era stata fatta una petizione su Change.org. Confermato l’SF70-H di celebrazione delle 70 candeline della Scuderia.

Relativamente all’aspetto tecnico. Conservato il muso allungato, mentre l’ala anteriore a freccia è il linea con le novità regolamentari. Rispetto alle altre auto svelate finora la pinna posteriore è sormontata da un’appendice. Elementi aerodinamici sono stati inseriti pure davanti alle prese d’aria. Più schiacciate per essere in armonia con il posizionamento della struttura anti-intrusione.

Nell’avantreno è visibile un condotto anch’esso con funzioni “aero”. Diversamente alle spalle del pilota l’archetto di protezione (roll-hoop) che ingloba la presa dinamica del motore è stato totalmente ridisegnato.

Rivisto l’alloggiamento delle sospensioni. A puntone (push-rod) davanti e a tirante (pull-rod) dietro. Mozzi e dadi ruota sono stati migliorati per agevolare il lavoro dei meccanici durante i cambi gomme. Infine, sempre in funzione delle prestazioni previste quest’anno, si è provveduto a ridimensionare il powersteering e l’impianto frenante.

Per quanto concerne la power unit. Con l’obiettivo di incrementare le velocità, è stata rinnovata la disposizione di alcune componenti meccaniche dell’ibrido. Mentre per le altre si è optato per conservare uno schema simile a quello adottato nel 2016.

Prima di partire per Barcellona, dove  lunedì cominceranno i primi test invernali, verrà effettuato subito uno shakedown sul circuito privato di Fiorano. Ad inaugurare la SF70-H sarà Iceman che a partire dalle 11 coprirà 14 giri. Alle 16 invece sarà il turno di Seb. Pure lui impegnato in 14/15 tornate.

Chiara Rainis