Livio Suppo: “La Honda non può fare di più per Crutchlow”

Cal Crutchlow (©Getty Images)

Per Livio Suppo la Honda difficilmente potrà fornire maggior supporto tecnico a Cal Crutchlow di quanto stia facendo ora.

Settimo della generale con 141 punti. Dunque giusto una posizione più avanti rispetto a Pedrosa, fermo a 155. Il rider di Coventry, schierato dal team satellite gestito da Lucio Cecchinello. Grazie alle vittorie conseguite a Brno e Phillip Island era riuscito ad ottenere dall’HRC  un “bonus” a livello di materiale. Un plus che oggi vorrebbe anche in termini monetari.

Ed infatti già nella passata stagione la Honda gli aveva consentito di provare sulla sua moto alcune parti nuove della RC213V di Marquez e Pedrosa,  dandogli inoltre l’opportunità quest’anno di fare un confronto con le ultime due specifiche di motore nei test pre-campionato di Malesia e Australia.

“L’obiettivo del gruppo è appoggiare Cal seppure il suo contratto non sia da ufficiale. Tecnicamente riceve un trattamento molto simile a quello del due piloti factory. Tuttavia Marc e Dani hanno trattato direttamente con i vertici e con loro hanno stipulato il contratto. Insomma noi non possiamo fare di più per Crutchlow”. Ha puntualizzato il manager.

Il nocciolo della questione ruoterebbe tutto intorno ad una richiesta. Quella di arrivare ad un accordo come quello che Fausto Gresini strappò tra il 2004 e il 2005 per l’allora rivale numero uno di Valentino Rossi Gibernau.

“Io non ero in questa squadra all’epoca, ma non penso che lo stipendio di Sete sia mai stato pagato dall’HRC. Credo sia sempre intervenuto lo sponsor Telefonica”. Ha spiegato Livio Suppo. “Allo stesso modo non ritengo possibile che la Honda possa invenire in termini di salario.

“Da parte nostra siamo molto soddisfatti delle sue prestazioni ed è vero che si è aggiudicato due corse nel 2016. Però bisogna riconoscere che se ci è riuscito è pure merito dell’appoggio dell’azienda. Per capirci. Per i nipponici significa uno sforzo ulteriore. Supportare qualcuno tecnicamente, equivale ad una spesa maggiore”.