Marco Melandri: “Fiducioso per il primo GP del Mondiale”

Marco Melandri
Marco Melandri (worldsbk.com)

Marco Melandri ha chiuso alla grande i test WSBK di Phillip Island, sulla pista dove nel weekend scatterà il campionato 2017. Il pilota italiano si è classificato secondo con la sua Ducati Panigale R, a pochi millesimi da Jonathan Rea. Un bel modo per finire il pre-campionato e gettarsi a capofitto sulle gare.

Il feeling tra il 34enne ravennate e la moto migliora sempre di più. Dopo un anno senza corse, l’esperto rider aveva bisogno di tempo per abituarsi a un mezzo mai guidato prima e sembra stia lavorando nella giusta direzione con il team Aruba Racing. Ci sono grandi aspettative per questa stagione, anche se finora Melandri non si è mai sbilanciato. Ha preferito mantenere il profilo basso, lavorare e chiacchierare poco. Sarà la pista a parlare e già nel weekend potrebbe stupire. Avversari permettendo…

Marco Melandri ottimista per Phillip Island

Marco Melandri dopo il test in Australia si è detto felice e soddisfatto del lavoro svolto. Queste le sue dichiarazioni riprese dal sito ufficiale Ducati.it: “Dopo una giornata resa difficile dal meteo, siamo riusciti a partire con il piede giusto. Al pomeriggio le condizioni erano un po’ più difficili a causa del caldo, che ha ridotto il grip, ma la squadra ha fatto davvero un ottimo lavoro. Abbiamo provato assetti nuovi, rivelatisi molto funzionali per me. La cosa che mi rende più ottimista è l’essere riusciti a sfruttare il grip con gomma nuova, che era stato il nostro punto debole durante tutto l’inverno. È solo un test ma è sempre importante avere buone sensazioni e sono fiducioso in vista del weekend, anche se lo affronterò un passo alla volta”.

Il ravennate è ottimista per il Gran Premio d’Australia che scatterà a Phillip Island nel weekend. “Non mi faccio illusioni, ma mi sento bene” ha detto ai microfoni del sito ufficiale WorldSBK.com. Sarebbe sicuramente positivo vederlo fin da subito davanti, a battagliare con quelli che sono stati i protagonisti della scorsa annata. L’uomo da battere sarà il campione in carica Jonathan Rea, ma bisogna anche considerare il fortissimo Chaz Davies sull’altra Ducati del team Aruba. Occhio alle sorprese. Tom Sykes, altro pilota Kawasaki, ha voglia di riscatto e ci sono altri piloti che sperano di poter dire la loro.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)