Italdesign Automobili Speciali, arriva un modello da 5 esemplari

Italdesign Automobili Speciali

Il Salone di Ginevra è pronto ad aprire le proprie porte e Italdesign Automobili Speciali dovrebbe lanciare cinque esemplari nuovi di zecca. La produzione partirà entro la fine dell’anno, questa creazione si rifarà agli elementi strutturali della Lamborghini Huracan, sfruttando un telaio modulare in carbonio e alluminio. La vettura punta ad un target di acquirenti di collezionisti interessati ad una macchina con caratteristiche uniche, da auto da corsa unite ad un’omologazione da strada.

Sotto il cofano a rombare ci pensa un motore aspirato da 5.2 litri V10 che raggiunge una velocità massima di 330 km/h con un’accelerazione capace di andare da 0 a 100 in 3,2 secondi. La vettura misura 4847 millimetri di lunghezza, 1970 millimetri di larghezza e 1204 millimetri di altezza.

Filippo Perini, capo del Design Innovation ha così dichiarato: “L’esterno è caratterizzato da due facce della stessa medaglia. La linea della parte superiore è decisamente morbida in perfetto stile Gran Turismo italiano. La parte inferiore, invece è curata aerodinamicamente per ottenere le prestazioni che avevamo in mente. Abbiamo dovuto osare oltre ogni limite di styling e anche sotto alcuni punti di vista tecnico. Il risultato è stato fantastico dandoci una vettura di impatto elevato progettata per l’amore del design”.

Italdesign Automobili, anche un orologio in edizione speciale

Italdesign Automobili per questo splendido esemplare ha avviato una collaborazione con Roger Dubuis, famoso orologiaio ginevrino. Per l’occasione Dubuis ha anche avviato la produzione di una serie limitata di orologi in 8 esemplari dal nome Exalibur Spider.

Per quanto concerne, invece, la vettura la produzione comincerà verso fine anno in Italia, vicino Torino, negli stabilimenti di Moncalieri. Il prezzo di vendita dovrebbe aggirarsi intorno a 1,5 milioni di euro e dovrebbe riportare il marchio di Italdesign Automobili. Per ora non si conoscono ulteriori specifiche della macchina che in ogni caso promette di essere un pezzo pregiato per i collezionisti di tutto il mondo.

Antonio Russo