Ecco la nuova Renault RS17 F1!

Renault RS17 (© Renault Sport Facebook)

E’ stata presentata martedì pomeriggio la nuova Renault RS17 che parteciperà al mondiale di F1 2017.

A primo impatto la monoposto non sembra differire un granché rispetto alla precedente. Se non per la livrea misto gialla-nera, anziché total yellow. Mentre guardandola con maggiore attenzione si notano alcuni particolari decisamente più aggressivi secondo le nuove regole.

Intanto il musetto è più lungo e dotato di un’ala anteriore decisamente più grande e ricca di profili utili ad incrementare l’impatto aerodinamico. In secondo luogo le fiancate più scavate sono rese massicce da side pot più ampi. Anche l’air box è diverso. Appare infatti più schiacciato nella sezione finale dell’areazione in confronto alla Rs16.

Per quanto concerne il retrotreno: la paratia posteriore è allungata e non scende più verso il fondo vettura. Infine l’alettone risulta più basso e largo.

“Non vedo l’ora di vederla in pista!”. Ha commentato Alain Prost, promosso nel gruppo dirigenziale Renault Sport e non più semplice ambasciatore. “Sarà interessante con queste gomme Pirelli più ampie! La prossima settimana andrà a Barcellona per i primi test perché sono davvero curioso di sentire i primi riscontri dei piloti”.

“L’obiettivo del team resta quello di tornare ad essere competitivo. E mi auguro che si possa ricominciare a vincere. Da parte mia cercherò di fornire l’input per fare un passo avanti”. Il pensiero del Professore.

Quindi parlando della nuova F1 che per la prima volta a seguito dell’ingresso della Liberty Media non vedrà più nel paddock il mentore e gran Supremo Bernie Ecclestone. Il grande rivale di Senna ha detto: “Spero che tutte queste novità portino seguito. A mio avviso il nostro sport oggi ha più bisogno di attrarre nuovi spettatori, che di esasperare la ricerca tecnologica. In particolare penso ai giovani. Noi in Formulae abbiamo investito molto sull’interattività web e credo sia quella la strada da seguire”.

La Renault è reduce da un campionato piuttosto deludente figlio anche del fallimento della Lotus. Team rilevato a fine 2015. Nono tra i costruttori nel 2016, dovrà ora fare uno step verso la competitività con il duo Nico Hulkenberg e Jolyon Palmer. Confermato driver di riserva Sergey Sirotkin.