MotoGP, presentata la nuova KTM RC16 2017

KTM
(Photo by KTM Factory Racing)

Giornata importante in casa KTM. In Australia, infatti, è stata presentata ufficialmente la moto con cui Pol Espargaro e Bradley Smith correranno il campionato mondiale MotoGP 2017.

La casa austriaca ha deciso di svelare la livrea della propria RC16 in cui primeggiano l’arancione classico del marchio e i colori dello sponsor Red Bull. Nessuna particolare novità inattesa a livello estetico per questo mezzo, che nei primi test invernali ha mostrato dei normali ritardi a livello di competitività rispetto alla concorrenza. Il 2017 per la KTM sarà l’anno del debutto nella classe regina del Motomondiale. Dopo i successi in tante altre categorie, l’azienda di Mattighofen ha deciso di fare il grande salto in MotoGP.

KTM correrà in tutte le classi nel 2017

Nella gara conclusiva del Mondiale 2016 a Valencia il team ufficiale KTM Factory Racing si era presentato come wild-card e Mika Kallio pilota, ma non andò bene. In qualifica 20^ posizione e poi gran premio non concluso. Per il 2017 c’è la consapevolezza che non sarà facile entrare in top 10 e che servirà lottare per conquistare punti importanti. Ma la casa austriaca ha un reparto corse di persone molto competenti e punta a fare costanti progressi durante l’anno per poter poi alzare l’asticella degli obiettivi in ottica 2018.

Pol Espargaro e Bradley Smith sono due piloti che hanno alle spalle un’esperienza importante con la Yamaha del team Tech3 e possono aiutare la squadra a compiere i passi necessari per limare il gap dalla concorrenza. Soprattutto lo spagnolo sembra molto motivato nell’intraprendere questa avventura. Per lui è la grande occasione per dimostrare il proprio valore, pur non correndo su una delle moto migliori presenti sulla griglia. Però per lui conta molto il supporto di un costruttore, cosa che non aveva correndo per un team clienti.

Oggi, oltre al team MotoGP, sono stati presentate anche le squadre ufficiali KTM che correranno nelle classi Moto3 (ci sarà l’italiano Niccolò Antonelli con Bo Bendsneyder) e Moto2 (Brad Binder e Miguel Oliveira). La casa austriaca anche in Moto2 sarà al debutto e vuole puntare a fare subito bene. In Moto3 nel 2016 ha vinto il titolo e intende ripetersi. Sarà un anno molto importante per il marchio di Mattighofen.