Moto2, Alex Marquez: “Non merito ancora la MotoGP”

Alex Marquez
Alex Marquez (©Getty Images)

Alex Marquez sta preparando la sua terza stagione in Moto2. Sarà un anno importante per il fratello minore di Marc, l’anno che potrebbe decretare il salto di qualità finora mancato. L’ex campione di Moto3 ha recentemente subito un intervento per rimediare alla sindrome compartimentale, costretto ad una pausa di tre settimane. Ma ha subito ripreso gli allenamenti in enduro e motocross per essere pronto a dare l’assalto al podio nel Motomondiale 2017.

A Valencia ha saggiato la sua nuova Kalex del team Marc VDS con una certa soddisfazione. “Il primo contatto non è stato male. Non mi sono sentito come a novembre, ma è normale. Il primo giorno è un po’ speciale, bisogna studiare tutte le informazioni che io do per migliorare gradualmente”, ha detto Alex Marquez in un’intervista al ‘Marca’.

Le prime due stagioni in Moto2 non hanno soddisfatto le aspettative personali e altrui. “Nella prima stagione abbiamo avuto aspettative troppo alte e avvertivo la pressione. L’anno scorso penso che abbiamo fatto un buon campionato, ma non quello che volevamo. Sono caduto in molte gare, quindi quest’anno dobbiamo pensare a finirle. Quindi dobbiamo essere molto concentrati per iniziare bene”.

Serve un’annata eccellente per poter ambire alla classe regina e finalmente sfidare suo fratello Marc Marquez. “Credo che i miei risultati non sono stati abbastanza soddisfacenti per avere un’offerta. Anche se fosse arrivata avrei detto di no”. Dalla sua parte ha la possibilità di potersi allenare al fianco del fratello pluricampione. “Mi dice sempre di pensare a divertirmi, i risultati arriveranno”.

Ma prima dovrà vedersela con avversari di un certo spessore, a cominciare dal compagno di squadra Franco Morbidelli. “Credo che Nakaagami, Morbidelli, Lutti, Baldasarri sono il riferimento”. Obiettivi per il 2017? “Se nella seconda parte della stagione riuscirò a lottare per il titolo – ha concluso Alex Marquez -, mi sentirò molto soddisfatto”.