Aleix Espargaro: “Vinales favorito, ma occhio a Rossi e Marquez”

Aleix Espargaro
Aleix Espargaro (©Getty Images)

Aleix Espargaro nel 2017 corre in Aprilia, nuova avventura dopo i due positivi anni in Suzuki. Le sue abilità da sviluppatore hanno convinto la casa di Noale a puntare su di lui per crescere, in seguito a un 2016 concluso positivamente tutto sommato.

Il 2017, però, negli intenti dell’Aprilia deve essere l’anno per il salto di qualità. L’obiettivo è cercare di stare costantemente in top 10, senza dover soffrire in posizioni di retrovia. I primi test sono andati abbastanza bene, almeno guardando le prestazioni del pilota spagnolo. Molto più in difficoltà, invece, l’esordiente Sam Lowes. Per quest’ultimo servirà un po’ di tempo per adattarsi alla MotoGP. Ad ogni modo, le sensazioni sono molto positive all’interno del box per il nuovo campionato. Ma prima c’è un’altra sessione di test, quella in Qatar, dove poter effettuare nuovi passi avanti.

Aleix Espargaro su Aprilia e campionato MotoGP

Aleix Espargaro ha parlato ai microfoni di Movistar+ della sua avventura in Aprilia, intrapresa con coraggio visto che poteva restare più comodamente in Suzuki: “Alla moto mancavano alcune cose, ma ha una buona base e l’obiettivo è combattere per chiudere il Mondiale nella top 10. Sono molto motivato per questo progetto, possiamo essere la sorpresa. All’inizio avevo un po’ paura perché lasciavo una grande fabbrica come Suzuki dove mi trattavano come un re. Però sono stato accolto molto bene in Aprilia, abbiamo un grande entusiasmo in comune”.

Lo spagnolo è contento e molto stimolato per la nuova esperienza. Sa che in Suzuki avrebbe potuto fare di più, considerando i risultati di Maverick Vinales, però è motivato a riscattarsi adesso. Aveva ricevuto offerte da team satelliti di altre case, ma ha preferito sposare la causa Suzuki e correre per una squadra ufficiale. Sarà un cammino pieno di ostacoli, però lui ha voglia di portare in alto il marchio italiano.

Espargaro ha avuto modo di esprimere il suo parere anche sulla RS-GP 2017, con cui sembra trovarsi a suo agio: “Sono soddisfatto di come va la moto. Mi dà fiducia all’anteriore. Ci manca un po’ di trazione, qualcosa su cui dobbiamo migliorare.  L’elettronica funziona molto bene e la moto è stabile. Per quanto riguarda l’accelerazione, ci manca potenza. Stanno lavorando per un motore nuovo che ci dia più accelerazione, però serve mantenere stabilità accelerando”.

Infine il fratello di Pol Espargaro ha commentato la situazione del campionato MotoGP 2017 per quanto concerne la lotta per il titolo. Queste le sue idee: “Non mi sembra giusto dire che ci sarà un duello tra Maverick e Marc, perché sicuramente ci saranno anche Valentino, Jorge e spero Dani. Mi piacerebbe che Pedrosa vincesse il titolo perché se lo merita, però il favorito è Vinales”.