Jorge Lorenzo: “Se avessimo le ali sarebbe diverso”

Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo sembra stia prendendo sempre più confidenza con la Ducati. In particolare nella giornata di oggi  lo spagnolo si è avvicinato significativamente nei tempi al compagno di squadra Andrea Dovizioso. Certo c’è ancora tanto lavoro da fare e l’ex Yamaha non sembra ancora a proprio agio in sella alla Rossa di Borgo Panigale, ma una cosa è certa, la strada è quella giusta. Sinora i due piloti da battere sembrano essere Marquez e Vinales, che in questi primi test sono apparsi in una forma strepitosa.

Jorge Lorenzo ha così dichiarato: “Oggi abbiamo fatto un importante passo avanti per comprendere meglio la moto, proprio come abbiamo fatto l’ultimo giorno di test a Sepang ed i miei tempi sul giro sono migliorati parecchio. E’ stato davvero un peccato che non siamo stati in grado di usare la gomma morbida questa mattina, quando le condizioni erano ideali. Credo che in quel caso avrei potuto limare altri 3 decimi sul tempo. Come ho detto comunque, per me è importante avere più feeling con la moto. Per il momento abbiamo ancora un sacco di lavoro da fare, ma tutto sommato credo che abbiamo concluso questo test in maniera positiva”.

Come riportato da “La Gazzetta dello Sport”, Jorge Lorenzo sul futuro è chiaro: “Se ci fossero ancora le ali e se Honda e Yamaha non avessero fatto uno step in avanti così grande direi che saremmo in grado di vincere. Sicuro. In questo momento non lo so. Devo aspettare il test del Qatar. Abbiamo fatto un grande passo avanti rispetto a Sepang.”

Jorge Lorenzo: “Ci sono circuiti in cui abbiamo dei vantaggi”

“Lì era facile essere competitivi con la Ducati, l’Australia invece non è un circuito adatto, per varie ragioni: il tipo di curve, il vento, per l’impossibilità di aprire il gas a fondo. Ma alla fine ce l’abbiamo fatta. Quando il circuito era veloce, al mattino, non abbiamo messo la gomma morbida, per qualche motivo, e abbiamo aspettato al pomeriggio quando c’era più vento. Magari tre decimi si sarebbero potuti togliere”.

Jorge Lorenzo ha parlato poi anche delle priorità in questi test: “Qui a Phillip Island solo in rettilineo vai a fondo gas, c’è sempre molto vento e qui è difficile. Ci sono circuiti favorevoli che in questo momento ci danno dei vantaggi, ma l’obiettivo è fare una moto completa che vada bene dovunque e in tutte le circostanze. Ancora non ce l’abbiamo”.

Antonio Russo