Flop Phillip Island: la stagione di Valentino è già in salita

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi lascia Phillip Island tra dubbi e incertezze. Il secondo test prestagionale non ha portato buone notizie al Dottore che deve accontentarsi dell’11esimo posto nell’ultima giornata di prove. Un ritardo di nove decimi dal compagno di squadra che fa suonare un campanello d’allarme nel box VR46.

Vinales cura i dettagli dopo le due buone simulazioni di gara, Rossi è ancora alla ricerca del miglior assetto. Il primo ha fatto passi avanti, l’altro sembra aver ingranato la retromarcia dopo Sepang. Si tratta di test, per di più su un circuito molto particolare. Ma da qui al prossimo test a Losail in programma tra un mese è lecito veder affiorare tante incognite.

“Oggi abbiamo lavorato molto sul ritmo per la seconda metà della gara, perché abbiamo sofferto in quel settore l’anno scorso. Abbiamo provato qualcosa di nuovo – ha detto Valentino Rossi -, ma alla fine non abbiamo migliorare molto, quindi dovremo provare qualcosa di diverso. Penso che la moto ha aspetti positivi, in particolare il motore, ma di sicuro questo test è stato più difficile per me rispetto a quello di Sepang. Non sono molto felice e dobbiamo cercare di fare meglio”.

Lascia pensare il gap notevole dal crono di Maverick, ma in Qatar si correrà ai ripari. “Abbiamo ancora alcune idee che abbiamo bisogno di testare per il Qatar. Il nostro potenziale con i nuovi pneumatici non è così male – ha spiegato il campione di Tavullia -. Ma dobbiamo essere più bravi con le gomme usate. Sul telaio ho fatto la mia scelta, il nuovo è migliore. Abbiamo raccolto molti dati, ma non abbiamo eliminato il nostro problema. Ora speriamo in un miglioramento nel test in Qatar”.

Ma se il buon giorno si vede dal mattino è ormai chiaro che saranno due i piloti da battere per inseguire il decimo titolo iridato. “Come è accaduto in Malesia Marquez e Viñales sono stati i più veloci. Quindi dobbiamo lavorare – ha concluso Valentino Rossi – per cercare di essere più vicini a loro”. L’inseguimento abbia inizio, la stagione si preannuncia già in salita.