Carlos Sainz: “Alonso è il Cristiano Ronaldo della F1”

Carlos Sainz (©Getty Images)

Come la maggior parte degli spagnoli anche Carlos Sainz è un grande patito del pallone. Così. chiamato in un’intervista a parlare di due suoi blasonati colleghi, il pilota Toro Rosso, fanatico del Real Madrid, non ha potuto esimersi dal fare scattare il paragone calcistico.

Alonso è molto combattivo e ha grande esperienza. E’ uno dei più duri da battere in pista. E’ una vecchia volpe e conosce tutte le malizie del mestiere”. Ha riconosciuto. “A mio avviso è il Cristiano Ronaldo della F1. Entrambi amano essere i migliori e non accettano la sconfitta. E lo dico convinto non perché Fernando è un amico e per di più iberico come me. Sono certo che Rosberg, Vettel o Hamilton risponderebbero la stessa cosa”.

Poi seguendo il filone football ha aggiunto. “Anche Lewis è un riferimento per i giovani del paddock. Dovessi avvicinarlo ad un calciatore, direi Lionel Messi“. Ha concluso sottolineando il talento naturale che anima i due sportivi.

Tornando al Circus, il 22enne madrileno, quest’anno, potrebbe trovarsi ad affrontare la stagione della vita. Appoggiandosi ad una forma fisica al top per merito di durissime sessioni di palestra e ad una monoposto sulla carta più competitiva, il figlio del rallista Carlos Sainz dovrà infatti dimostrare di essere capace di fare quel passo avanti per inserirsi tra i dieci big in griglia.

“Potendo godere di una line up collaudata ci aspettiamo di fare progressi lungo tutto il campionato grazie alle loro indicazioni per lo sviluppo”. Ha avvisato il direttore tecnico Toro Rosso James Key. “Sia Carlos Sainz, sia Daniil Kvyat saranno chiamati a fare vedere le proprie abilità. Il tutto con l’obiettivo di mettersi  in luce sul mercato nella speranza di essere ingaggiati da un top team”.

Intanto si fa sempre più viva l’attesa per le prime presentazioni delle innovative vetture 2017. Secondo le ultime indiscrezioni la scuderia di Faenza avrebbe progettato un’auto dai colori molto diversi rispetto ai precedenti esemplari. A quanto pare i classici toni scuri dei recenti mondiali avrebbero ceduto il posto ad un azzurro chiaro, ideale per far risaltare il “toro rosso” del marchio.

Chiara Rainis