Marquez fa gli auguri a Valentino. “E’ incredibile!”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Márquez si accontenta del secondo miglior tempo nella seconda giornata di test a Phillip Island. Il campione in carica ancora non ha trovato il feeling perfetto con la sua Honda RC213V. Resta precario l’equilibrio tra elettronica e motore, ma restano ancora quattro giornate di test prima di fare sul serio in Qatar.

El Cabroncito ha fagocitato 107 giri nel giovedì australiano, alla ricerca di quei dati che gli consentano di fare un ulteriore step. Bisogna avvicinarsi ai riferimenti cronologici di Vinales, stamane più veloce di quattro decimi. Ma il pilota Repsol sa bene che il precampionato non porta punti.

“Nel 2015 ho imparato che non si guadagna nulla nei test – ha ammesso Marc Marquez -. Ma Maverick nel secondo giorno è stato il più forte, non solo sul giro ma anche a livello di ritmo. Ma stiamo lavorando… Nonostante i buoni sentimenti con cui si è conclusa la seconda giornata, il catalano dubita che il Qatar sarà un buon circuito per la sua Honda pur spingendo al massimo”.

Il pronostico più sensato è quello che vede Vinales in lotta con Marquez per il titolo iridato. Sarà un duello di altri tempi, lungo e logorante… “La pressione per la lotta al titolo mondiale ci deve essere, naturalmente. Ma dobbiamo anche aspettare, perché c’è sempre qualcosa da provare. Se ti senti bene si può attaccare fin dall’inizio, ma se non ti senti bene, allora bisogna allenarsi nella pazienza. Ogni anno la stagione è molto lunga”.

Del resto la RC213V può e deve ancora migliorare da qui al primo GP del Qatar. “C’è qualcosa che non capisco. Anche se non mi sento così bene sulla moto, ho attraversare la linea del traguardo e il tempo non è male… Pertanto, credo che ci sia ancora un certo potenziale, anche se sto spingendo al limite – ha precisato Marc Marquez -. Al momento non siamo ancora al limite”.

La seconda giornata di test ha coinciso con il compleanno di Valentino Rossi. E il fenomeno di Cervera non si sottrae agli auguri. “Mi congratulo con Valentino per il 38° compleanno! Non è facile combattere a questa età in alto ed essere tra i favoriti della Coppa del Mondo. Era solo due decimi più lento di me. Incredibile che alla sua età riesca ancora ad essere al vertice!”.