Jorge Lorenzo: “Perchè Bautista è più veloce di me?”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo non può ritenersi soddisfatto dopo la seconda giornata di Test MotoGP a Phillip Island. Il neo pilota Ducati ha chiuso al 15° posto con un ritardo di 1″350 dal miglior crono stabilito dalla sua ex Yamaha. A rendere ancora più deludente la sua prestazione il buon tempo di Alvaro Bautista, quarto, con una moto satellite.

Manca ancora molto per trovare il giusto feeling tra Jorge Lorenzo e la Desmosedici GP17. Dopo nove stagioni in sella alla M1 sembra difficile adattarsi ad una nuova moto e ad un altro stile di guida. Ma preoccupa vedere un pilota satellite andare più veloce di una Ducati ufficiale…

“Ovviamente, abbiamo ancora molto da fare. Ma non capisco perché Bautista va più veloce di me in molte curve, mezzo secondo al giro, con una moto teoricamente inferiore – ha dichiarato il maiorchino -. Anche  Dovizioso è più veloce di me. Dobbiamo studiare bene tutto. Abbiamo tutti i dati provenienti da tutte le Ducati e questo è positivo per determinare le opzioni di elettronica e motore”.

La Desmosedici di Lorenzo sembra la Ducati più in difficoltà a Phillip island, registrando un passo indietro rispetto alle prestazioni di ieri e di Sepang. “Per il momento la mia Ducati è la più nervosa. Dobbiamo capire come risolvere il problema. Ovviamente siamo ancora molto lontani, soprattutto Maverick, che ha fatto un grande tempo. Il problema è sostanzialmente in curva. Per noi è difficile fermare la moto e girare. Inoltre il ​​motore è troppo nervoso”.

Gli fa da eco Andrea Dovizioso: “Non riusciamo ancora a far girare la Ducati come vorremmo, però il feeling era migliore e ci siamo avvicinati… Siamo ottimisti perché non siamo così lontani, però siamo consapevoli che ancora non abbiamo il potenziale per giocarci le gare”. Nella speranza che si tratti solo di un “mal d’Australia” passeggero. In Qatar il fattore pista dovrebbe giocare a favore della Ducati.

L.C.