Nico Rosberg premiato con il Laureus World Sports Awards

Nico Rosberg (©Getty Images)

Anche se sembra ormai lontanissimo quel 27 novembre che l’ha incoronato iridato sotto i fuochi d’artificio di Abu Dhabi, Nico Rosberg non smette di collezionare premi.

Dopo una giusta pausa natalizia, tornato sotto i riflettori in Germania in occasione del primo incontro della Keep Fighting Michael. Organizzazione benefica nel nome di Schumacher. Il tedesco si è fatto rivedere a Montecarlo martedì sera.

L’occasione è stata la consegna dei prestigiosi Laureus World Sports Awards. Riconoscimento dedicato agli sportivi che più si sono distinti l’anno precedente. E per Nico è arrivato quello di Rivelazione del 2016.

Categoria che vedeva tra i candidati l’olimpionica Almaz Ayana, regina dei 10000 metri piani, Wayde van Niekerk, recordman dei 400 metri, e tre piccole squadre che hanno saputo compiere un miracolo battendo la blasonata concorrenza. Ossia il  Leicester City e la nazionale islandese per il calcio e il team delle Fiji per quanto riguarda il rugby.

Il 31enne è il quinto pilota di F1 a ricevere il premio. Il primo è stato Juan Pablo Montoya nel 2002, poi era toccato a Lewis Hamilton nel 2008, quindi a Jenson Button nel 2010 e a Daniel Ricciardo nel 2015.

“E’ qualcosa di davvero incredibile e speciale. E’ come un Oscar per lo sport. Il massimo riconoscimento che si può ricevere”. L’emozione del pilota, insignito dal due volte campione del mondo Emerson Fittipaldi.

Se per Nico Rosberg è arrivata la “coppa”, lo stesso non si può dire per la Mercedes. La scuderia che lo ha accompagnato in questi ultimi sette anni. Per la terza volta nominata come Miglior Team, è stata invece scalzata dai Chicago Cubs. Club di baseball che si è aggiudicato il primo titolo mondiale dopo 108 anni di tentativi.

Tra le altre stelle incoronate, hanno brillato l’eterno Usain Bolt (Sportivo dell’Anno), la ginnasta Simone Biles (Sportiva dell’Anno) e il nuotatore Michael Phelps (Ritorno dell’Anno).