MotoGP, Andrea Dovizioso: “Non siamo in perfette condizioni”

Andrea Dovizioso a Phillip island (©Getty Images)

Andrea Dovizioso ha chiuso il primo giorno di test a Phillip Island all’ottavo posto in 1′ 30″410, con un divario di 9 decimi dal best lap di Marc Marquez. Il forlivese ha testato alcuni aggiornamenti sulla Ducati Desmosedici e comparato il vecchio e il nuovo telaio.

Il Dovi non è pienamente soddisfatto per il test australiano, visto che le condizioni climatiche in gara saranno alquanto differenti. “Ora abbiamo temperature estive, molto diverse dalle condizioni che troveremo al GP di Phillip Island a ottobre. Il test con la nuova moto è utile, ma non ci darà indizi significativi per la gara in autunno. Sono abbastanza soddisfatto della moto. Abbiamo sfruttato la giornata di oggi per effettuare prove comparative con il telaio. Abbiamo anche cercato di trovare il set-up finale per questa pista. Ma domani cercheremo un equilibrio diverso. Questo è il nostro secondo test nel 2017, a poco a poco dobbiamo trovare una base per il GP del Qatar. Abbiamo un sacco di lavoro, ma ho una buona sensazione”.

Sotto i riflettori Ducati c’è il nuovo telaio in alluminio e lega leggera già provato a Sepang, seppur in condizioni differenti. “E’ molto importante avere un feedback da entrambe le piste – ha sottolineato Andrea Dovizioso -. Non è facile trovare una buona base per il set-up. Perché il Qatar è molto diverso, il circuito di Losail è una pista inusuale. Ma la situazione prima dell’inizio della stagione è la stessa per tutte le squadre e tutti i piloti. Quindi cerchiamo di trovare la nostra base di partenza”.

Resta ancora molto lavoro da fare non solo su set-up e telaio. “Non siamo in perfette condizioni, come mostrano i risultati – ha aggiunto Andrea Dovizioso -. Abbiamo bisogno di una migliore stabilità, sul pendio di Phillip Islanda non è mai sufficiente, in particolare quando il vento è così violento come oggi. Abbiamo sicuramente margini di miglioramento”.