Ferrari, anticipato l’approdo in Formula 1 di Antonio Giovinazzi?

Antonio Giovinazzi photo by Ferrari

La Ferrari Academy sembra stia finalmente fruttando qualcosa in termini di materiale umano buono per la Formula 1. In queste ore il nome più sponsorizzato dai media è senza dubbio quello di Antonio Giovinazzi. Il giovane pilota di Martina Franca ha stupito tutti nell’ultima stagione in GP2 dove ha conquistato un prezioso secondo posto nel mondiale che gli è valso la chiamata in Ferrari come terzo pilota.

Dietro il pilota italiano però c’è anche un certo Charles Leclerc, monegasco, classe ’97, che a quanto pare avrebbe già stregato i vertici Ferrari con il suo stile di guida. Quest’ultimo è entrato nell’Academy nel marzo del 2016 ed è stato annunciato che sarebbe diventato collaudatore di Haas e della stessa Rossa di Maranello. Leclerc e Giovinazzi, uno 20 e l’altro 24 anni, due giovani rampanti che scalpitano dietro i piloti “titolari” con l’italiano che sembra più pronto al grande salto.

Ferrari, Sauber alla caccia di Giovinazzi

In Ferrari però si frena al grande salto, il talento c’è per carità, ma proprio per questo non lo si vuole bruciare. Come riportato da “speedweek”, il team principal Maurizio Arrivabene, a Natale, di Giovinazzi aveva detto: “Parleremo con i nostri team clienti in modo tale che Antonio trovi spazio nel venerdì prima delle gare”.

Attualmente in Sauber ci sono Marcus Ericsson e Pascal Wehrlein, mentre in Haas ci sono Romain Grosjean e Kevin Magnussen. Dietro questi quattro piloti quindi spingono i giovani del programma Ferrari. Una piccola porticina potrebbe già aprirsi durante i primi test pre-stagionali. Wehrlein, infatti, ha avuto un bruttissimo incidente circa un mese fa durante l’annuale Corsa dei Campioni, che si è tenuta a Miami.

Il pilota tedesco sembra avere dei problemi al collo. In Sauber hanno già fatto sapere che le voci che lo vogliono lontano dalle piste sono false, ma non è detto che siano solo affermazioni di facciata. Proprio per questo a quanto pare Sauber starebbe spingendo Ferrari a ricevere in “dono” Giovinazzi come terzo pilota. L’italiano quindi potrebbe fare incredibilmente il suo esordio anticipato in Formula 1.

Antonio Russo