Francesco ‘Pecco’ Bagnaia e Pablo Nieto (foto Twitter)

Pablo Nieto, figlio del leggendario Angel Nieto ed ex pilota del Motomondiale, è al terzo anno da team manager dello Sky Racing Team VR46. Lo spagnolo ha incassato la fiducia di Valentino Rossi e sta svolgendo un buon lavoro. Per questo 2017 ci sono aspettative molto elevate.

La struttura creata dal nove volte campione del mondo e dal canale satellitare Sky quest’anno schiererà due squadre. Una confermata in Moto3 e l’altra all’esordio in Moto2. Pochi giorni fa c’è stata la presentazione a Milano e tutti i piloti sono stati interpellati dal noto giornalista Guido Meda, presentatore dell’evento. Ovviamente sul palco c’era anche Nieto, molto motivato ad aiutare la cresciuta dei giovani rider.

Pablo Nieto e lo Sky Racing Team VR46

Pablo Nieto è stato interpellato dal Mundo Deportivo per parlare della nuova avventura in Moto2 dello Sky Racing Team VR46 e non solo. Queste le sue prime parole: “Una squadra in più alla fine è solo più lavoro. L’anno scorso abbiamo avuto tre o quattro moto in Moto3. Si tratta di una squadra completamente nuova da gestire. Sarà difficile, ma bello. Tecnici spagnoli? Ovviamente il progetto è quello di cercare di vincere il campionato con un pilota italiano, però ci sono persone che sono state con me ed è importante avere gente di fiducia”.

Dopo l’approdo in Moto3 e Moto2, è normale pensare che il team possa approdare in futuro anche in MotoGP. Nieto in merito afferma: “E’ ancora presto per dirlo. Quando Sky, il nostro partner, sarà contento faremo il salto”. E chissà se per quella volta ci sarà un Valentino Rossi ancora più coinvolto, anche se pure adesso incide nelle scelte: “E’ legato al 100% alla squadra, è al centro di tutte le decisioni importanti”.

Un pilota su cui lo Sky Racing Team VR46 puntava molto è Romano Fenati, ma nel 2016 è maturato un clamoroso divorzio a stagione in corso e nel 2017 il ragazzo correrà ancora in Moto3 ma sulla Honda del team Marinelli Rivacold Snipers. Nieto è dispiaciuto per come sono andate le cose: “Fenati è un fallimento personale per me. Ma abbiamo dato il 100%. Ha un carattere forte e non è colpa sua o nostra, il binomio non ha funzionato. Romano ha un grande talento ed è un candidato per il titolo”.

Si passa poi a parlare degli altri piloti attualmente ingaggiati per i team Moto3 e Moto2: “Bulega ha un potenziale incredibile ed è stato in lotta per essere rookie dell’anno. La sua maturità a 17 anni è incredibile e vedremo come gestirlo, bisogna tenere i piedi per terra. Migno ha chiuso l’anno sul podio ed entrambi daranno battaglia. Bagnaia ha sorpreso in velocità con la Kalex e può essere la sorpresa della stagione. Manzi ha una fame incredibile”:

Pablo Nieto su Valentino Rossi e Maverick Vinales

Il figlio del leggendario Angel Nieto conosce molto bene Maverick Vinales, attuale compagno di Valentino Rossi in Yamaha, perché è stato suo team manager quando vinse il titolo Moto3 nel 2014. In merito al rapporto tra i due piloti afferma: “Ovviamente ci deve essere rivalità, altrimenti non sarebbe realistico. Hai sempre voglia di battere il tuo compagno, è sano e alza il livello della squadra, ma entrambi sono molto intelligenti e si vogliono aiutare, poi in pista vinca il migliore”.

Pablo Nieto ha speso altre parole di elogio per il nove volte campione del mondo: “Quello che sta facendo Valentino a 38 anni è spettacolare, ma corre anche molto coi giovani dell’Accademia passa anche molto tempo con kart, mini-moto, tutto, come se avesse 16 anni. Credo che l’Accademia aiuti Vale e i piloti al 50%”. Più volte è stato detto che l’aver preso sotto la propria ala alcuni giovani talenti abbia aiutato lo stesso Rossi. E il team manager della squadra Sky Racing VR46 conferma.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)