Koenigsegg Regera, arriva una nuova versione bordeaux

Koenigsegg Regera photo by carscoops (Twitter)

Il mondo delle super-car sta per essere stravolto dall’introduzione dei motori ibridi che permettono una riduzione dei consumi e delle emissioni e un aumento esponenziale delle prestazioni. Modelli di alta gamma come LaFerrari, Porsche 918 Spyder e la McLaren P1 hanno già usufruito di questa nuova tecnologia e in questa nuova e grande famiglia non poteva mancare anche la Koenigsegg Regera.

Il marchio svedese possiede pochi dipendenti e produce ogni anno un numero risicato di vetture sportive. La Regera (che in svedese significa regno) può vantare un propulsore V8 da 5.0 litri sovralimentato a tre motori elettrici con una potenza complessiva di ben 1500 CV. Questa nuovissima powertrain ha permesso l’eliminazione della tradizionale trasmissione in favore di un nuovo sistema capace di trasferire al retrotreno la motricità in maniera diretta.

Koenigsegg Regera, un’auto dalla potenza straordinaria

 

La batteria che permette l’alimentazione alle tre unità è da 9,27 kWh. La Koenigsegg Regera, nonostante tutto può vantare un peso di 1420 kg. Questo bolide, secondo i dati ufficiali, è capace di andare da 0 a 100 in 3 secondi e da 0 a 400 in meno di 20 secondi. Per quanto concerne, invece, la velocità massima non vi sono dati ufficiali, ma si stima che possa raggiungere i 410 Km/h.

Alcuni dipendenti della Koenigsegg si sono divertiti a creare propri modelli di Regera personalizzati. Tra i più apprezzati c’è quello di Mattias Jonas, responsabile per l’elettrificazione, che ha lanciato questo modello nero e bordeaux, impreziosito da alcune linee bianche e la copertura in fibra di carbonio.

La vettura è impreziosita anche all’interno dalle cuciture in rosso che richiamano gli esterni. Molto bello anche il sistema di infotainment con ampio schermo touch-screen e applicazione che permette, tramite telefonino, di comandare in remoto alcune funzionalità della vettura. Gli interni sono impreziositi da alcuni elementi in carbonio e presentano una linea minimal senza troppi sfarzi.

Antonio Russo