Jorge Lorenzo, chi sono i miei avversari

Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo è arrivato in MotoGP nel 2008 e sin da subito è apparso come un pilota molto competitivo, mettendo in seria difficoltà anche i vertici Yamaha, che naturalmente erano abituati a far sentire Valentino Rossi come una prima donna. Lo spagnolo ha agguantato il titolo nel 2010 e ha replicato nel 2012 e nel 2015. Lorenzo alla fine del 2012 sembrava avviarsi ad una scia infinita di successi.

Lorenzo in quel momento storico arrivava da 2 titoli in 250 e 2 in MotoGP. Aveva dalla sua il tempo, vista la giovane età e gli avversari che per uno strano gioco del destino si stavano auto-eliminando. Il non più giovanissimo Rossi arrivava dalla fallimentare esperienza in Ducati, mentre Stoner da par suo aveva deciso di farla finita col Motomondiale.

Per Jorge Lorenzo tempi duri con Marquez

Tutto pronto per la festa o quasi finché nel 2013 arriva in MotoGP Marc Marquez, spagnolo anche lui con tanto talento da vendere. Riceve subito in dono la Honda ufficiale del Team HRC e per lui sono due mondiali messi in fila nel 2013 e nel 2014. Jorge Lorenzo così si ritrova ad affrontare un nuovo avversario e poco dopo ritrova anche un Valentino Rossi decisamente in palla, che ritornato intanto in Yamaha ritorna a lottare per il mondiale.

L’ultima stagione per Lorenzo non è stato di certo esaltante con la magra consolazione di un misero 3° posto finale nella classifica generale. Per lo spagnolo con il 2017 si sono aperte le porte Ducati. Per ora, almeno dai test, Lorenzo non sembra ancora aver preso le misure alla Rossa di Borgo Panigale.

Jorge Lorenzo però ha voluto fare una sorta di omaggio ai propri avversari tramite un tweet sul proprio profilo ufficiale. Ha, infatti, postato una foto in cui appare visibilmente preoccupato con alle spalle le tute di Valentino Rossi, Casey Stoner e Marc Marquez con la didascalia: “I miei avversari più duri”. Una sorta di implicito riconoscimento a quei campioni con cui Lorenzo ha lottato e continua a lottare.

Antonio Russo