MotoGP, Marc Marquez: “Più titoli vinco meglio è!”

Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez ha chiuso la sessione di test a Sepang al secondo posto, dietro al “nuovo nome” di Maverick Vinales. Nel time attack i due toreri spagnoli distano appena un decimo di secondo, lasciando presagire un duello a dir poco spettacolare per la stagione 2017 di MotoGP.

Stavolta il campione in carica sembra aver trovato pane per i suoi denti. La cerchia dei big sembra allagarsi da tre a quattro, con Rossi e Lorenzo che avranno lo stesso grattacapo. Marc Marquez è pur sempre il pilota da battere, forte di uno stile di guida di “ultima generazione” e di un team sempre all’altezza della situazione. D’altronde la Honda sta lavorando su un nuovo motore che necessita di conferme nel prossimo test a Phillip Island.

In Malesia aveva a disposizione il freno posteriore a pollice, ma finora non è stato impiegato. “Stiamo pensando di provare…forse. Avevo provato il freno a pollice nel 2014, ma alla fine ho fatto solo un test e poi lo tolsi – ha detto Marc Marquez a Crash.net -. Ma ora voglio provarlo di nuovo e vedere come è, solo perché a volte nelle curve a destra è molto difficile usare il freno posteriore e con il freno a pollice forse posso gestire in un altro modo”.

Stile di guida e concentrazione

A spostare l’ago della bilancia per conquistare decimi preziosi ci sarà ancora il suo stile di guida funambolico. Autore di miracolosi salvataggi, ma persino saggio nel sapersi accontentare di una mancata vittoria in ottica mondiale. Questione di concentrazione, esperienza o allenamento? “E’ solo istinto e cerco sempre di concentrarmi al massimo. Questo è molto importante, perché allora le tue reazioni sono più veloci. Ma è difficile anche per me spiegare come faccio… Non faccio alcun addestramento speciale per questo, la mia formazione principale è in palestra, in bicicletta e in pista”.

Quando si tratta di un pilota del calibro di Marc Marquez è inutile chiedere gli obiettivi per il Motomondiale quasi alle porte. “Cercherò di combattere ogni anno. II mio obiettivo sarà sempre quello di lottare per il campionato – ha concluso il pilota della Repsol Honda -. È necessario lavorare sodo in inverno per cercare di essere pronti e combattere per il campionato. Più titoli posso vincere, meglio è!”.

L.C.