Marc Marquez: “Nonostante il successo non è cambiato nulla”

Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez è sicuramente tra i piloti più forti del mondo. Campione in carica MotoGP vuole lasciare un segno indelebile nella storia del Motomondiale, nonostante però i successi e i tanti soldi, lo spagnolo non sembra certo un ragazzo con tanti grilli per la testa. Anzi il suo modo di fare è lontano anni luce da quello più glamour di tanti suoi colleghi. Stesso discorso anche per il fratello più piccolo Alex, che è attualmente impegnato in Moto2, dopo che nel 2014 è diventato campione del mondo Moto3.

Come riportato dal “New York Times” la madre dei fratelli Marquez è molto chiaro sui suoi modi di fare: “Non si può lasciare un asciugamano bagnato all’interno di un sacchetto. Possono essere anche campioni del mondo, ma saranno sempre i miei ragazzi e devono rispettare le mie regole”. Marc Marquez alla fine di ogni stagione torna ancora a vivere nella sua cameretta, nel suo letto a castello contornato dai giochi dell’infanzia.

Lo spagnolo in merito a ciò ha così dichiarato: “Capisco che altri potrebbero desiderare di passare l’inverno in un posto come le Maldive, ma qui è dove sono sempre stato e ho ancora voglia di stare. Naturalmente la mia vita non è più quella di una volta, ma se guardate il mio entourage, famiglia, amici e manager capirete che nulla è cambiato. Inoltre qui posso anche allenarmi con il mio migliore amico, mio fratello”.

Ramon Marquez: “Era come una spugna”

Che quella non è semplicemente la camera di un ragazzo di 23 anni si capisce da qualche cimelio di lusso. Nella stanzetta, infatti, c’è una scarpa di Piqué, il difensore del Barcellona e un casco di Fernando Alonso. Per quanto riguarda, invece, le difficoltà fisiche di Marquez è molto chiaro il padre Julia: “Marc ha sviluppato il proprio corpo da uomo solo a 18 o 19 anni”. Naturalmente questo non ha aiutato il giovane spagnolo nella sua carriera, soprattutto in MotoGP dove le moto sono molto pesanti.

Marquez ha cominciato a muovere i primi passi nel mondo del motociclismo grazie allo zio Ramon, che oggi ricorda: “Marc era come una spugna, assorbiva tutto quello che un pilota deve capire come nessuno faceva alla sua età”. Tante rinunce però ci sono dietro i successi dei fratelli Marquez e a confermarlo è la madre: “Non cenavamo spesso fuori pur di acquistare tutto il necessario per il nostri figli. La gente vede Marc e Alex come stanno ora, ma noi sappiamo quanti sacrifici ci sono voluti per arrivare sin qui”.

Marc Marquez è famoso per lo stile di guida molto aggressivo e naturalmente ciò non fa impazzire il padre: “Guardo Marc come è aggressivo e a volte gli chiedo se era proprio necessario. Lui mi risponde sempre che se non ci prova non riesce a capire dove è il limite”.

Antonio Russo