WSBK, Marco Melandri: “In Australia può succedere di tutto”

Marco Melandri
Marco Melandri nel box Aruba Ducati (foto Twitter Aruba Racing)

Marco Melandri sarà tra i piloti più attesi del campionato mondiale Superbike 2017. Dopo un anno sabbatico, il 34enne ravennate andrà alla caccia del suo primo titolo in WSBK in sella alla Ducati Panigale del team Aruba Racing.

L’esperto rider, che nella categoria vanta 19 vittorie e 49 podi in 102 gare, vuole dimostrare di essere un vincente. Sa che la casa di Borgo Panigale gli ha dato una grande occasione e deve sfruttarla. Vincere il Mondiale non sarà facile, però dovrà cercare di lottare fino alle fine per questo obiettivo. Ci saranno avversari fortissimi da battere, in primis il compagno Chaz Davies e poi soprattutto il campione del mondo in carica Jonathan Rea della Kawasaki, che schiera un altro fortissimo pilota come Tom Sykes (campione nel 2013).

WSBK, Ducati: Marco Melandri fiducioso

Marco Melandri è consapevole delle grosse attese che ci sono nei suoi confronti. Ha l’esperienza per gestire le pressioni e sa che saranno i risultati in pista a parlare. I primi test sono andati abbastanza positivamente, anche se il confronto con gli avversari della Kawasaki ha visto la Ducati non riuscire a stare davanti. Però in vista dell’inizio del campionato, il 26 febbraio a Phillip Island (Australia), è importante farsi trovare pronti.

Il ravennate, ripreso da Speedweek, ha speso parole di elogio per Chaz Davies. Il gallese era già stato suo compagno in BMW e il rapporto è buono: “Chaz è incredibile. E’ probabilmente il più forte che abbia mai visto in frenata. Credo che la Panigale R sia veloce, ma lui ha uno stile di guida  fluido. Con gomme fresche fa la differenza, nel corso dei primi giri quindi sarà difficile per me “.

Melandri ha avuto modo anche di commentare i test svolti finora in sella alla Ducati e ha espresso opinione positiva: “Penso che abbiamo fatto un buon lavoro nei test in configurazione gara. Devo ancora migliorare con le gomme nuove, ma non mi manca molto. Anche sul giro veloce devo fare dei progressi con le gomme da qualifica”.

L’ex campione della classe 250 (titolo vinto nel 2002) e vice-campione MotoGP del 2005 ha infine parlato dell’inizio del campionato in Australia a fine mese: “Ricominciare a Phillip Island è fantastico. La posizione, il clima e correrci l’ultimo test lo rendeno lo rendono molto speciale. A parte il Campionato Mondiale Superbike, ho già vinto lì in ogni classe. Farò del mio meglio e  cercherò di beneficiare di tutte le opportunità a mio vantaggio. Non sarà facile, ma tutto è possibile”.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)