Jorge Lorenzo: i motivi della scelta di Gabarrini

Jorge Lorenzo al box Ducati
Jorge Lorenzo al box Ducati (©Getty Images)

L’uomo nuovo della Ducati si chiama Cristian Gabarrini, finora al lavoro dietro le quinte e senza proclami. Sarà il capo tecnico di Jorge Lorenzo e vanta una stima quasi ineguagliabile all’interno del paddock MotoGP. L’italiano ha vinto il titolo mondiale con Casey Stoner nel 2007, l’ha seguito anche alla Honda dove hanno vinto un altro titolo (2011). Dopo il ritiro precoce dell’australiano Gabarrini è rimasto con la Honda.

Già nel 2014 girava voce di un suo possibile passaggio alla Yamaha come possibile sostituto di Ramon Forcada al fianco di Lorenzo. Ma ha preferito restare alla Honda per seguire la crescita di jack Miller nel team Marc VDS. Adesso le strade di Jorge e Gabarrini si sono incrociate per dare vita ad un grande sogno con i colori Ducati. Secondo le prime indiscrezioni il rapporto tra i due procede a gonfie vele dopo il primo test a Sepang.

Una scelta condivisa al box Ducati

“Sono sicuro che Cristian possa tranquillamente lavorare con chiunque – ha detto Casey Stoner -. Inoltre Jorge ha lavorato con tante persone vincendo tanto con diverse case e team nel corso della sua carriera. Non ho dubbi che troverà la giusta strada per comunicare e capire tutti i componenti della Ducati. Cristian è molto contento di lavorare con Jorge e la strada che hanno intrapreso sembra quella corretta”.

“Penso che abbiamo trovato la persona giusta per Jorge“, ha commentato Gigi Dall’Igna. “Con questa struttura della squadra, sono molto soddisfatto. Penso che Jorge sia più semplice di quanto la maggior parte della gente pensi”. Ma a chi va il merito del passaggio di Cristian Gabarrini da Honda a Borgo Panigale? “E ‘stata una decisione congiunta tra Gigi e Jorge,” ha confessato Paolo Ciabatti.

Il campione maiorchino non ha avuto dubbi sulla scelta del nuovo capo tecnico. Forcada, in età avanzata, non ha voluto azzardare il salto in Ducati preferendo restare in Yamaha. “Cristian era un nome che avevo in testa – ha ammesso Jorge Lorenzo -. Ho lavorato per molti anni con Ramon, anche lui era una possibilità. Ma ho voluto un cambiamento e ho scelto Cristian. Ho sentito che lui è molto professionale. E’ un uomo tranquillo. Questo è molto importante per il lavoro. Con Casey e con altri piloti ha fatto un ottimo lavoro. La sua esperienza, la passione e la pazienza sono fondamentali, insieme raggiungeremo il nostro obiettivo”.

Luigi Ciamburro