Bollo auto, attenzione alle ‘false’ cartelle Equitalia

photo dal web

Equitalia tenta l’ennesimo affondo agli automobilisti e ha inviato cartelle esattoriali per il pagamento del bollo auto del 2013. Ma l’avv. Valentina Greco, legale dell’Unione Nazionale Consumatori, consiglia di non pagare e procedere con il ricorso.

“E’ sempre la stessa storia, nonostante il pagamento del bollo auto possa essere richiesto entro il terzo anno successivo al mancato pagamento, Equitalia continua a mandare cartelle ed avvisi di accertamento anche quando il diritto alla riscossione è ormai prescritto”, ha detto l’av. Greco come riportato dall’Agi.

“Tantissimi cittadini – spiega il legale a tutela dei consumatori – stanno ricevendo una cartella di Equitalia con la richiesta di pagamento del bollo auto relativo all’anno di imposta 2013. Una richiesta che, insieme con interessi e sanzioni, determina in capo al contribuente l’esborso di una somma non dovuta in quanto prescritta”.

“Consigliamo ai cittadini – aggiunge l’avv. Valentina Greco – che hanno ricevuto la Cartella a partire da Gennaio 2017, di controllare immediatamente se si riferisce al bollo del 2013 e ricordiamo che tramite ricorso si può chiedere l’annullamento dell’intera richiesta economica da parte dell’Ente di riscossione. Invitiamo – conclude l’Avv. Greco – i consumatori che avessero bisogno di assistenza e informazioni a scrivere a [email protected]”.