Alfa Romeo, lo spot della Giulia conquista il Super Bowl (VIDEO)

Alfa Romeo Giulia (Twitter)

Grande serata di sport questa notte con il 51° Super Bowl, che si è svolto a Houston in Texas e che ha visto trionfare i Patriots del 5 volte campione Tom Brady, diventato con il successo di ieri ufficialmente il miglior quarterback di tutti i tempi. Il Super Bowl però è anche grande spettacolo e Lady Gaga ha ammaliato tutti con una performance eccezionale. L’evento, seguitissimo in America e nel mondo ogni anno diventa anche un’occasione per i migliori pubblicitari del globo di creare accattivanti e costosissimi spot.

In questa edizione tra gli spot più seguiti e attesi c’era sicuramente l’Alfa Romeo che con la sua Giulia si è posta l’obiettivo di andare alla conquista dell’America. Addirittura ben tre le pubblicità lanciate pur di conquistare il pubblico statunitense. Nel primo spot Alfa ha puntato tutto sull’amarcord e sulla crescita. La pubblicità, infatti, parte da bambini che inseguono i loro sogni e le loro passioni, che pian piano crescono, a quel punto con loro cominciano a susseguirsi anche vari modelli di Alfa Romeo sino ad arrivare alla tanto agognata Giulia.

Alfa Romeo, tra gli spot anche un omaggio a Venezia

Per quanto concerne, invece, la seconda pubblicità il marchio italiano ha deciso di puntare tutto sulla potenza e la guidabilità della Giulia. Nello spot, infatti, la vettura sfreccia per le strade concedendosi a derapate eccezionali lasciando che tutti possano ascoltare il suono del rombante motore. Questo secondo gli americani è stato forse il migliore dei tre spot.

Infine, l’ultimo è un omaggio all’Italia e alla sua bellezza. La prima inquadratura è a Venezia probabilmente, con una gondola che ci passa davanti e che viene d’improvviso rimpiazza da un primo piano della Giulia, che va a prendere il posto proprio della gondola e come questa sfila via leggiadra davanti agli occhi dello spettatore. Immancabile poi anche il paragone con le belle donne, con un paio di inquadrature che ci regalano una dicotomia tra le sfilanti gambe di una dolce fanciulla e l’affusolata Giulia che subito dopo ci sfreccia davanti.

Antonio Russo