Volkswagen pensa ad un futuro ingresso in F1

Logo Volkswagen (©Getty Images)

Se n’è parlato a lungo e ora potrebbe diventare realtà. La Volkswagen starebbe riflettendo su un suo prossimo ingresso in F1 superato lo scoglio Bernie Ecclestone, con cui da sempre era stata in disaccordo a proposito delle metodologie di gestione dello sport, e lo scandalo delle emissioni diesel, costato alla Casa tedesca parecchi milioni di dollari di multa.

“A mio avviso con l’entrata della Liberty Media alla dirigenza ci sarà confusione, ad ogni modo è assolutamente un nuovo inizio” – ha detto il boss del gruppo Wolfgang Durheimer a motorsport-total.com.

Nel frattempo a fronte di voci che avrebbero voluto un accordo tra  McLaren e BMW per la fornitura della power unit, subito è arrivata puntuale la smentita da entrambe le parti.

“Quando abbiamo deciso di lasciare la F1 nel 2009 lo abbiamo fatto in ottica strategica e a lungo termine. Quelle risorse preferiamo dedicarle alla ricerca e allo sviluppo di soluzioni per motorizzazioni alternative, che è poi la mission dell’azienda. Il nostro nome è ormai stabile nella gamma premium in materia di propulsori elettrici ed è su questa area che ci interessa focalizzarci. Non abbiamo quindi alcun progetto per il futuro in F1” – si sono affrettati a dire i germanici tramite comunicato ufficiale.

Allo stesso modo anche la scuderia di Woking, che pur viene da due stagioni di dolori dal punto di vista del motore, ha voluto negare pubblicamente l’indiscrezione tramite un portavoce che ha rilasciato una breve dichiarazione al quotidiano sportivo spagnolo Marca.

“McLaren e Honda continueranno ad essere legate l’una all’altra nella massima serie” – il messaggio.

Infine, per non farsi mancare niente, il Circus ha incassato pure il “no,grazie” della Toyota, fresca di debutto nel WRC, protagonista dal 2002 al 2009 con risultati piuttosto al di sotto delle attese essendo riuscita a conquistare soltanto 3 pole position e 13 podi, con miglior risultato il 4° posto nella classifica costruttori del 2005.

Chiara Rainis