Maverick Vinales: “Studio dati di Rossi e Lorenzo”

Maverick Vinales
Maverick Vinales (©Getty Images)

Maverick Vinales torna a sorprendere dopo i test di Sepang. Sono bastati pochi giri a Valencia per trovare subito il feeling con la nuova moto, in Malesia si è riconfermato, ora può ancora migliorare. Dopo appena due test entra nella lista dei big favoriti per la corsa al mondiale di MotoGP.

I vertici Yamaha sorridono, Maverick è la scelta giusta per sostituire Lorenzo. La sua età consente di progettare un futuro aureo e ai box non può che regnare fervore ed entusiasmo. “Credo di aver imparato molto da Suzuki – ha detto lo spagnolo a Speedweek.com . Ho sviluppato la GSX-RR partendo quasi da zero. Questa esperienza mi darà un grande vantaggio. E’ stato un processo di apprendimento prezioso”.

L’assalto al podio in ogni week-end

Ma con la YZR-M1 cambia la musica, i tempi, gli obiettivi. “E’ più facile da guidare e molto veloce – ha sottolineato Maverick Vinales -. Non rischio la vita e l’incolumità fisica ad ogni svolta con la M1. Se da Yamaha ottieni una moto che può già ottenere il 100% in FP1 il venerdì è utile. Sono abituato a guidare sempre al limite. Anche se posso sempre andare a 110% con la Yamaha, saremo a un ottimo livello”.

Appena entrato in Yamaha ha avuto accesso ai dati Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. “Ho confrontato i dati, ho notato l’esperienza dei veterani, il modo in cui utilizzare il freno posteriore, come gestiscono il gas per evitare impennate… Ci sono molte cose che posso ancora imparare. Posso anche migliorare ancora il mio stile di guida. In alcune aree Jorge e Valentino sono meglio di me… I dati mi hanno dimostrato come devo cambiare la mia guida”.

Ci vorrà ancora un po’ di tempo per interiorizzare tutti i trucchi di Rossi e Lorenzo, ma l’ex Suzuki sa adattarsi in tempi molto rapidi. Forse come nessuno saprebbe fare. “Nel secondo test Yamaha a Sepang ho sentito la moto come se fosse una parte di me. Ho pensato: ‘Con la M1 posso fare tutto ciò che voglio’ – ha sottolineato Maverick Vinales -. Credo che quest’anno potrò essere sempre al vertice”.