Aston Martin Vantage, arriva una nuova vettura per James Bond

Aston Martin Vantage photo by “autoexpress.uk”

Manca poco, davvero poco al lancio della nuova Aston Martin Vantage. Il marchio britannico già con la DB11 aveva implicitamente annunciato una sorta di rinnovamento della gamma di modelli. I vertici della casa automobilistica addirittura si sbilanciano nel definirla la migliore Aston Martin di sempre. Come riportato dai colleghi di “autoexpress.uk“, ci saranno davvero tante novità inerenti questo nuovo bolide.

L’Aston Martin Vantage punta a battere la concorrenza della Porsche 911 grazie ad un’architettura di ultima generazione di alluminio che permette alla macchina di essere molto più leggera. Inoltre, sarà più lunga e più bassa rispetto la vettura del marchio tedesco. A spingere la Vantage ci sarà il nuovo propulsore Mercedes, i due marchi, infatti, hanno di recente raggiunto un accordo.

Aston Martin Vantage: arrivano i motori Mercedes

La Vantage sarà quindi dotata di un motore 4.0 litri V8 twin-turbo accoppiato ad un cambio ZF automatico a otto rapporti. Aston Martin però punta anche a differenziare i propri modelli l’uno dall’altro. Matt Becker, ex Lotus, ha dichiarato: “Abbiamo tanti strumenti alla nostra portata. Stiamo sviluppando diverse vetture e siamo in grado di sviluppare il tutto collettivamente, assicurandoci che ogni vettura sia adatta al segmento di mercato in cui andrà a concorrere”.

Sulle prestazioni della nuova Aston Martin poi, Becker è molto chiaro: “Sarà la migliore Aston Martin di sempre. Stiamo sviluppando la vettura in questo momento, le prestazioni già sono fantastiche, ma c’è ancora del lavoro da fare e ci sono ancora dei margini”.

La nuova Aston Martin Vantage sembra avere una linea morbida, ma allo stesso tempo molto aggressiva. Il marchio britannico, da sempre famoso anche per la massiccia presenza nei film di James Bond non è detto che si ripresenti con la nuova vettura in occasione dell’uscita del sequel di Spectre (che per ora è ancora sommerso da una nube di mistero).

Antonio Russo