Maverick Vinales: “Importante essere pilota Yamaha più veloce”

Maverick Vinales
Maverick Vinales (©Getty Images)

Maverick Vinales continua la scalata in classifica. Dopo il terzo posto di lunedì il neo pilota Movistar Yamaha si piazza secondo nella seconda giornata di Test Sepang MotoGP. Il pilota di Figueres ha spinto sull’acceleratore nelle fasi finali e si è messo a quattro decimi dal best lap di Andrea Iannone, fermando il cronometro a 1’59″859.

Resta ancora molto lavoro da fare in casa Yamaha, ma la M1 2017 sembra partire con il piede giusto. I tecnici di Iwata hanno svelato una doppia carenatura con alette integrate, una soluzione inedita per aggirare il nuovo regolamento ed evitare appendici “pericolose” sulla carenatura. Eppure Maverick Vinales sembra adattarsi a tutte le modifiche in tempi record.

Per la terza volta da Valencia si piazza davanti a Valentino Rossi, nonostante il Dottore non sia mai stato un “fenomeno da test”. Ma è giusto godersi il primato ai box… “È importante essere il pilota Yamaha più veloce – riporta Speedweek.com -. Ma ancor più importante è il nostro lavoro. Siamo stati in grado di aumentare il ritmo della gara in modo significativo. Inoltre, siamo stati in grado di migliorare la durata del pneumatico, il che mi rende fiducioso. Siamo molto veloci ma non è facile guidare con questi tempi ad ogni giro. Mi sorprende che la moto funzioni così bene”.

Maverick Vinales non parla delle nuove alette integrate e preferisce concentrarsi sul lavoro di adattamento alla YZR-M1, dopo due stagioni in sella alla Suzuki. “Mi sento bene, ma posso migliorare il mio stile di guida. Al momento mi sento ancora un po’ teso sulla moto. Devo lavorare su me stesso. Ogni dettaglio contribuisce ad andare più veloce. Abbiamo un buon pacchetto, ma abbiamo ancora bisogno di modificare alcune cose. Questo dovrebbe rendere la guida molto più semplice”.