VR46 Academy, si parte! Alessio Salucci: “Sarà una stagione speciale”

photo Facebook

I piloti della VR46 Riders Academy sono pronti per una nuova stagione. Seppure divisi in squadre e campionati diversi, l’obiettivo è dare il massimo e sperare in un salto di qualità che possa portare al successo.

Moto2 e Moto3

In Moto2 ci saranno Francesco Bagnaia, Lorenzo Baldassarri, Stefano Manzi, Luca Marini e Franco Morbidelli si ritroveranno uno contro l’altro, con l’obiettivo di vincere, ma anche di rispettarsi, come insegna loro l’Academy. Faranno l’esordio con lo Sky Racing Team VR46 Francesco Bagnaia e Stefano Manzi, con l’obiettivo di essere subito protagonisti nella classe intermedia.

Sarà grande battaglia in Moto3, una classe spettacolare con tanti protagonisti italiani. Niccolò Antonelli, Marco Bezzecchi, Nicolò Bulega e Andrea Migno proveranno a lottare per le posizioni di vertice, con Bulega e Antonelli che avranno qualche possibilità in più di giocarsi il titolo iridato. Migno ha chiuso la scorsa stagione in crescendo ed è chiamato a riconfermare il trend positivo, mentre il rookie Bezzecchi, in due occasioni wild card lo scorso anno, potrà finalmente mettersi alla prova nell’arco di un’intera stagione con i più forti piloti al mondo.

CIV e CEV

Ma il lavoro della VR46 Riders Academy si muove anche tra le agguerrite serie minori del CIV e del Campionato del Mondo Junior (ex CEV), dove i piloti possono familiarizzare con moto simili a quelle del mondiale Moto3, cosi come nel campionato MiniGP e PreGP, la categoria nella quale i più giovani muovono i primi passi verso le corse.

Grazie alla collaborazione della VR46 Riders Academy con la RMU Racing, che da anni si muove in queste categorie, i ragazzi più talentuosi entrano a far parte dello Junior Team della VR46 Riders Academy e vengono aiutati da tutto lo staff, Valentino Rossi compreso, nel loro percorso sportivo. Il primo pilota ad essere stato selezionato, nel 2016, fra i giovanissimi della RMU Racing, è Dennis Foggia. Nel 2016 ha conquistato due podi è aspira a diventare uno dei protagonisti. Al suo fianco arriverà Celestino Vietti Ramus, che nel 2016 ha preso parte al Campionato Italiano Velocità.

Nel Mondiale Junior Moto3 la VR46 Academy schiererà anche Apiwath Wongthananon, di origine thailandese. Il primo risultato del binomio creatosi lo scorso anno fra l’Academy di Valentino Rossi e Yamaha, con la nascita del VR46 Mastercamp, l’Academy dedicata ai più talentuosi piloti Yamaha.

Uccio e il sogno dell’Academy

“Quella che sta per iniziare è sicuramente una stagione speciale – ha spiegato Alessio Salucci, responsabile del progetto VR46 Riders Academy – indipendentemente dai risultati che i singoli piloti riusciranno ad ottenere. Quando il progetto VR46 Riders Academy è partito, 3 anni fa, nessuno di noi si aspettava di poter arrivare fin qui. Con questi ragazzi condividiamo una grande passione per le corse ed è bello lavorare insieme a loro, per aiutarli a costruire il loro sogno”.

Grazie al lavoro della Academy i piloti italiani stanno tornando protagonisti e altri stanno facendo le ossa. “Abbiamo piloti che dovranno fare i conti con grandi aspettative, altri che dovranno concretizzare l’esperienza della prima stagione mondiale, altri che affronteranno il debutto in una nuova classe. Altri ancora che, nei campionati minori, proveranno a mettersi in luce e diventare piloti professionisti. Personalmente è da tanti anni che seguo le corse – ha concluso Alessio Salucci – ma l’entusiasmo che sono capaci di generare in me i piloti della nostra Academy è incredibile. Sono impaziente di vederli tutti quanti al via!”.