MotoGP Suzuki, Andrea Iannone: “Obiettivo vincere, ma è difficile”

Andrea Iannone
Andrea Iannone

Dopo Yamaha e Ducati, oggi è arrivato anche il giorno della presentazione della Suzuki. La casa di Hamamatsu ha cambiato completamente la propria line-up piloti in vista del campionato MotoGP 2017.

Al posto di Maverick Vinales e Aleix Espargaro ci sono Andrea Iannone e Alex Rins, molto motivati a fare bene con una squadra in crescita e  molto ambiziosa. Nel 2016 è arrivata una vittoria e ci sono stati anche tre podi per il team Ecstar, che quest’anno intende essere costantemente in lotta con i primi e non accontentarsi di saltuari piazzamenti positivi. C’è voglia di fare il salto di qualità necessario per stare insieme a Honda, Yamaha e Ducati. Per capire se si è lavorato nella giusta direzione bisognerà attendere le prime gare.

MotoGP Suzuki, parla Andrea Iannone

Andrea Iannone durante la presentazione del team Ecstar Suzuki ha parlato della pausa invernale innanzitutto: “Mi sono rilassato e mi sono allenato. Penso che durante l’inverno sia importante essere rilassati, ma anche continuare ad allenarsi perché la MotoGP negli ultimi anni è una dura ed è importante avere energie”

Il pilota abruzzese è stato colpito positivamente dalla sua nuova squadra in occasione del test di Valencia, quando ha avuto il primo contatto con essa: “La prima impressione avuta a Valencia con la Suzuki è stata veramente buona. Abbiamo lavorato molto bene e la moto è veramente speciale. Penso vada bene per il mio stile e spero che questo possa essere un grande anno per noi. Spero di vincere, è il mio obiettivo. Però è molto difficile. In MotoGP ci sono team e piloti molto forti. Cercheremo di fare del nostro meglio e chissà che in futuro si possa vincere…”

Iannone spende ancora elogi per la Suzuki e pure per il suo compagno Alex Rins: “Dall’inizio ho avuto buone impressioni, è un team familiare ed è positivo. I ragazzi del box sorridono spesso e ciò è importante per il pilota. Spero che continueremo in questo modo, perché adesso è tutto perfetto. Alex Rins è un grande talento, un pilota forte. Sicuramente è importante che impari e che sia veloce per sviluppare la moto. Spero che avremo un buon rapporto e che andremo veloci sulla moto”.