MotoGP Suzuki, Alex Rins: “Impressionante la potenza della moto”

Alex Rins
Alex Rins

Oggi è stato il turno della Suzuki, alle prese con la presentazione del team Ecstar in vista del campionato MotoGP 2017. Dopo Yamaha e Ducati, anche la casa di Hamamatsu ha fatto calare il velo sulla propria moto. E anche i nuovi piloti si sono presentati ufficialmente.

In squadra ci saranno un rider esperto come Andrea Iannone e un altro esordiente come Alex Rins. Se del primo abbiamo conosciamo pregi e difetti, c’è più curiosità di vedere all’opera lo spagnolo quest’anno. Nelle scorse stagioni, pur non vincendo il titolo in Moto3 e Moto2, si è mostrato veloce. Adesso, però, per lui è venuto il momento del grande salto e deve dimostrare di essere all’altezza. Normale un periodo di ambientamento e adattamento, ma poi dovrà far vedere di che pasta è fatto.7

MotoGP, Alex Rins alla presentazione Suzuki

Alex Rins nel corso della presentazione del team Ecstar Suzuki si è così espresso: “Sto bene e non vedo l’ora di cominciare questo progetto. Sono entusiasta di salire sulla moto domani. Dopo Valencia sono stato un mese senza fare niente, però è importante risalire sulla moto ora. Mi sono allenato duramente, in motorbike e in motocross, ma anche sciando e in palestra. Devo fare pratica con la MotoGP adesso. Voglio divertirmi”.

Il pilota spagnolo dopo anni passati tra Moto3 e Moto2 adesso deve adattarsi a una nuova moto, di cui ha avuto un primo assaggio a Valencia nel primissimo test: “Non è stato facile. Quando sono ho provato a Valencia, ho avuto molta potenza nelle mie mani. Non è facile andare veloci. Bisogna lavorare duramente con il team. L’aspetto che mi ha colpito della moto è la potenza. Quando ho aperto il gas a Valencia, è stato incredibile sentire la potenza e la velocità della moto”.

Infine Rins ha spiegato di sentirsi molto bene in Suzuki e di avere obiettivi ambiziosi per il futuro: “Quando sono entrato nel team, l’ho sentito come una famiglia. Dopo l’incidente tutti mi hanno chiesto come stavo e mi hanno confortato. Sono felice di essere qui, c’è un clima positivo. Le sensazioni sono state buone. Nel 2017 devo imparare per essere veloce in fretta, anche se in MotoGP è dura perché tutti i piloti sono veloci. Però voglio fare esperienza presto”.