MotoGP, Maverick Vinales: “Marquez deve temermi”

Maverick Vinales
Maverick Vinales (photo Facebook)

La Yamaha ha scommesso presente e futuro su Maverick Vinales dopo aver perso il pluricampione Jorge Lorenzo. Ma il 22enne di Figueres promette bene se rispetterà le prestazioni del test di Valencia. Non solo velocità, ma anche alte doti di concentrazione, professionalità e adattamento. Un autentico osso duro sia per Valentino Rossi che per gli altri avversari.

Il conto alla rovescia è terminato e fra poche ore la MotoGP riprende il suo cammino con i test di Sepang. “Quando vai alla Yamaha e sali su una moto vincente, sai già di entrare nel lotto dei favoriti. Mi piace, voglio approfittarne”, ha detto Maverick Vinales a ‘La Gazzetta dello Sport’. “So che posso essere veloce su un giro, ora dovremo lavorare sulla distanza di gara e sul consumo gomme”.

L’obiettivo è battere Marquez

Il primo test ufficiale servirà non solo a saggiare il prototipo della M1 ma a focalizzare l’attenzione sul passo gara. In Yamaha ha trovato subito un ambiente familiare e di grande esperienza, un capotecnico del calibro di Ramon Forcada e una moto con una trazione al top, che gli consente di essere aggressivo in frenata e in accelerazione.

Ottimale anche il rapporto con Valentino Rossi. “Credo sia intelligente il fatto che le nostre squadre lavorino assieme per sviluppare la miglior moto. Alla fine ogni pilota sceglierà la sua strategia”. Perchè l’obiettivo finale sarà battere Marc Marquez. “Lui è il campione del mondo e quindi l’uomo da battere. Ma Valentino sarà lì, è un serio candidato al titolo, e poi aspettiamo Jorge. In tante gare sarà davanti, con il motore della Ducati sarà pericoloso”.

Ma il guanto di sfida è per il campione in carica Marquez, l’avversario con cui lottare per farsi strada nella storia della MotoGP. “Non ci siamo ancora trovati a lottare in una gara o per il campionato. Sa benissimo che Valentino lotta sempre per il podio o la vittoria. Ma anche per il fatto che corro in Yamaha, credo debba temermi un po’ – ha concluso Maverick Vinales -. Ancor più avendo visto i test”.