MotoGP, Lin Jarvis: “Non possiamo sottovalutare Ducati”

Lin Jarvis
Lin Jarvis (©Getty Images)

Lin Jarvis, Managing Director di Yamaha Factory Racing, vuole tornare al vertice della MotoGP. Dopo l’addio di Jorge Lorenzo la casa di Iwata ha puntato su Maverick Vinales che già ha impressionato positivamente tifosi e team. Al suo fianco l’ormai irriducibile Valentino Rossi per formare una coppia d’attacco in grado di dare l’assalto a Honda e Ducati.

In attesa di rivederli all’opera a Sepang Lin Jarvis è entusiasta per l’esordio di Vinales in Spagna e Malesia nel novembre 2016. “La nostra prima impressione di Maverick è stata abbastanza buona. Il suo feedback a tecnici e ingegneri è stato molto preciso, ed estremamente utile. Non è un ingegnere, ma non fa dichiarazioni vaghe”, ha detto il boss Yamaha come riporta Speedweek.com.

Uno spettro chiamato Ducati

Non solo un promettente pilota, ma vanta anche ottime doti per fornire suggerimenti ai box e sviluppare la moto. Ancora presto per dire di essere il favorito per il titolo, eppure le sensazioni sono molto ottimistiche. “Vedo un sacco di piloti che hanno buone possibilità. Chiaro, Marc Marquez è il campione del mondo in carica, è attualmente il punto di riferimento per tutti. Non vi è alcun dubbio che i nostri due piloti sono tra i favoriti per il titolo. L’altro candidato sarà Jorge Lorenzo – ha sottolineato Lin Jarvis -. Non possiamo ignorarlo. Márquez, Rossi, Lorenzo e Viñales: questi sono i quattro contendenti al titolo nel 2017″.

La potenza del motore Ducati e le doti di Jorge Lorenzo incutono un certo timore a tutti, soprattutto su alcuni circuiti come quello austriaco, caratterizzato da un lungo rettilineo. “Non faremo l’errore di sottovalutare la Ducati. Ci hanno già sorpreso vincendo la Coppa del Mondo del 2007. Abbiamo visto Casey Stoner fare cose fenomenali con la Ducati – ha concluso Lin Jarvis -. E hanno vinto due gare in MotoGP lo scorso anno…”. Tanto basta per annoverare la casa di Borgo Panigale tra i possibili pretendenti al trono iridato.