Alfa Romeo C18, l’auto del futuro

Alfa Romeo C18 photo by Antonio Paglia

Alfa Romeo è da sempre uno dei marchi di punta del Gruppo Fiat. Qualche anno fa purtroppo i tanti problemi di affidabilità avevano lanciato l’azienda nel baratro più profondo. Fortunatamente con l’uscita nel ’97 della 156 il Biscione è ripartito alla grande e con 700mila auto prodotte ha rivisto la luce ricominciando a produrre vetture competitive sul mercato.

Il marchio milanese però da sempre strizza l’occhio allo sport. Recentemente ad esempio si è fatta sempre più acuta una voce che vuole il ritorno di Alfa Romeo in Formula 1. L’attenzione per il Biscione al comparto sportivo è dato anche dall’uscita di alcuni modelli come la 8C Competizione, capace di garantire prestazioni davvero di alto livello.

Il designer Antonio Paglia ha disegnato un nuovo modello futuristico di Alfa Romeo. L’ha soprannominato C18 ed ha una forma molto morbida e curvata con un parabrezza semplificato, il tutto spinto da un propulsore anteriore. Tra le tante novità di questo spettacolare concept c’è sicuramente la classica griglia anteriore Alfa Romeo contornata da luci LED. Al posteriore, invece i fari hanno uno sviluppo orizzontale e sono legati tra loro dal logo del marchio milanese.

La colorazione del concept fa intendere l’uso smodato di fibra di carbonio probabilmente per rendere la vettura più leggera e quindi più veloce. Al retrotreno spiccano i due scarichi, mentre le fiancate, dalla linea arcuata, sono abbellite da ampie minigonne. L’auto è probabilmente una due posti e i vetri sembrano essere dotati di un particolare materiale che rende l’abitacolo impermeabile agli sguardi indiscreti. Si fanno notare inoltre anche le grandi ruote con cerchi in lega.

Paglia ha inoltre progettato anche un modello da corsa che presenta tanti elementi aerodinamici supplementari rispetto al modello base. Infine, come giusto che sia, sul concept vi è posto il simbolo del Quadrifoglio, logo distintivo per tutte le vetture sportive Alfa Romeo.

Antonio Russo