Michael Schumacher, arriva Keep-Fighting il premio dedicato al tedesco

Michael Schumacher (©Getty Images)

Il nuovo campionato di Formula 1 è ormai alle porte, ma un nome silenzioso riecheggia ancora tra le curve del mondiale ed è quello di Michael Schumacher. Il pilota più vincente di tutti i tempi è da tempo lontano dalle luci della ribalta e sta lottando tra medici e costosi trattamenti di riabilitazione per ritornare quello di un tempo. Intanto però la famiglia ha deciso di creare un premio in suo onore dal nome Keep-Fighting dedicato alle persone che lottano proprio come ha sempre fatto il campione tedesco in tutta la sua lunga e gloriosa carriera.

Rosberg e Todt a consegnare il premio

Il premio in questione verrà consegnato lunedì prossimo a Dusseldorf e dovrebbe essere annuale, infatti, si sta pensando di costituire un vero e proprio comitato di selezione. Il primo premio è accompagnato da un assegno di 75mila euro, di cui 25mila di borsa di studio per la SPOAC (Sports Business Academy). Ad essere premiata sarà l’atleta paralimpica Vanessa Low. L’atleta tedesca ha vinto nelle recenti olimpiadi di Rio la medaglia d’oro nel salto in lungo piazzandosi davanti all’italiana Martina Caironi. In quella occasione ha stabilito il nuovo primato mondiale in 4,93 metri. Una settimana dopo, invece, ha ottenuto la medaglia d’argento nei 100 metri dietro alla Caironi.

Vanessa Low ha perso entrambe le gambe il 18 giugno 2006, quando ancora 16enne mentre stava tornando a casa da scuola è caduta ed è stata investita da un treno. L’atleta si è detta orgogliosa del premio ricevuto e ha anche ammesso di ammirare molto la famiglia Schumacher. Il premio gli verrà consegnato dal presidente FIA, nonché vecchio amico di Michael Schumacher, Jean Todt e dal campione del mondo in carica Nico Rosberg. Intanto però si continua a sperare un ritorno del tedesco più vincente di sempre, magari col suo inconfondibile saltello a sottolineare questa volta la vittoria più bella.

Antonio Russo