Mick Schumacher, l’arrivo in Formula 1 nel 2018?

Mick Schumacher (©Getty Images)

Il sangue scorre veloce nelle vene e arriva al piede destro di Mick Schumacher per premere forte sull’acceleratore di una carriera che è in rampa di lancio. Non c’è storia che tenga, se ti chiami Schumacher hai battiti sincronizzati col rombo del motore, le mani su un volante e gli occhi, pronti a scorgere la prossima curva che si affaccia all’orizzonte. Certo l’eredità pesa, ancor di più ora che papà, visti i problemi fisici, non può essere lì accanto a lui a fargli da scudo ora che le aspettative per lui diventano tante, forse troppe.

A soli 17 anni Mick Schumacher è già sulla bocca di tutti in Formula 1, con tanti top team pronti a stendergli un tappeto rosso per farlo esordire nella classe regina dell’automobilismo. Il trampolino di lancio per Mick è quella Formula 3, che ha catapultato in F1 oltre papà tanti grandi campioni come Senna, Prost, Hamilton e Vettel.

Arrivare in Formula 1 è più complicato

Come riportato da “speedweek.com” Mick Schumacher dichiara: “Questo è un passo avanti verso la Formula 1, è tutto un po’ più difficile e professionale”. Dopo l’ingaggio del 17enne Max Verstappen, la FIA ha deciso di modificare i regolamenti per ottenere la Superlicenza. Ora, infatti, bisogna avere almeno 18 anni e bisogna aver conseguito almeno 40 punti secondo una speciale tabella nei 3 anni precedenti nei campionati approvati dalla FIA, tra cui: GP2, Formula 3 o WEC. Inoltre il vincitore della Formula E riceverà in automatico la Superlicenza.

Mick Schumacher però secondo i nuovi regolamenti non potrà arrivare in Formula 1 prima del 2018. In ogni caso ad attenderlo ci sono già due colossi come Ferrari e Mercedes. Entrambe le squadre hanno ospitato a bordo delle proprie monoposto il padre. Certo rivedere uno Schumacher guidare una delle Rosse di Maranello sarebbe un’emozione immensa per tutti gli amanti di questo sport. Non ce ne vogliano i tedeschi, ma il binomio Ferrari-Schumacher è stato pur sempre il più vincente della storia della Formula 1.

Antonio Russo