MotoGP, Vinales: “Marquez non mi prenderà alla sprovvista”

Maverick Vinales
Maverick Vinales (photo Facebook)

Maverick Vinales si è presentato con umiltà, ma consapevole di avere tra le mani la moto che può essere la sua fortuna. In sella alla Yamaha ufficiale non ha attenuanti: nella stagione 2017 punterà al titolo mondiale di MotoGP.

Dopo due stagioni con Suzuki Ecstar e la sua prima vittoria in terra britannica, Vinales è pronto a stupire dopo averlo già fatto nei test di Valencia a novembre. Pochissimi giri per prendere confidenza con la M1 e subito ha siglato il miglior crono in entrambe le giornate, perfino più veloce del già rodato Valentino Rossi. Sebbene il circuito Ricardo Tormo sia la “pecora nera” del Dottore che qui non vince dal 2004.

Vinales all’inseguimento del titolo

Tra i due piloti sembra essere nata una buona base su cui costruire un sereno rapporto professionale. Se sarà in grado di reggere agli urti della competizione in pista sarà il tempo a dirlo. “C’è molto rispetto tra di noi – ha detto Maverick Vinales in un’intervista al ‘Marca’ -. Siamo compagni di squadra, entrambi daremo il cento per cento. In pista siamo rivali, ma è necessario avere molto rispetto e penso che ci riusciremo abbastanza bene”.

Sarà difficile compensare in toto la partenza di Jorge Lorenzo che, in nove stagioni, ha conquistato tre titoli iridati in classe regina. Eppure il nome di Maverick Vinales compare già tra i maggiori pretendenti al Mondiale 2017. Resta da perfezionare il ritmo gara. Perchè un giro secco a serbatoio vuoto è impresa ben diversa dall’essere sempre costanti in un intero GP.

“Studiando i tempi e le corse, ho visto che Marc (Marquez) ha fatto molti giri e simulazioni di gara durante il test ed ho visto che sa essere molto forte. Non voglio farmi prendere alla sprovvista… la cosa importante è mantenere un buon ritmo in gara e ciò sarà alla base del lavoro in questa primavera”. Per arrivare pronti alla gara in Qatar: “Credo che punteremo alla vittoria, le prime tre gare del Mondiale sono importanti”.