MotoGP, reso ufficiale il calendario del campionato 2017

MotoGP logo
MotoGP logo (©Getty Images)

La Federazione Motociclistica Internazionale e la Dorna oggi hanno comunicato ufficialmente il calendario definitivo del campionato MotoGP 2017. Non ci sono sorprese, le gare saranno complessivamente 18 anche quest’anno.

Il primo appuntamento è in Qatar, sul circuito di Losail sarà inaugurata la nuova stagione con il gran premio del 26 marzo. Poi si volerà in America, prima in Argentina e poi negli Stati Uniti. La prima corsa europea sarà in Spagna, a Jerez, il 7 maggio. Successivamente la MotoGP approderà in Francia (Le Mans), Italia (Mugello), Catalogna (Barcellona), Olanda (Assen), Germania (Sachsenring), Repubblica Ceca (Brno), Austria (Spielberg), Gran Bretagna (Silverstone), Italia (Misano), Aragona (Aragon).

Nel dettaglio, in Italia si correrà al Mugello il 4 giugno e a Misano il 10 settembre. Differentemente da quella del Mugello, nominata Gran Premio d’Italia, la gara che si corre a Misano prende il nome di Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, si svolge nel circuito intitolato a Marco Simoncelli. Tra il 24 e il 22 ottobre un tris di appuntamenti extra-europei: Giappone (Motegi), Australia (Phillip Island) e Malesia (Sepang). Poi, come di consuetudine ormai, l’epilogo del campionato MotoGP si correrà sul tracciato di Valencia, il 12 novembre 2017.

Questo il calendario completo del campionato MotoGP 2017:

26 marzo Qatar (Losail);
9 aprile Argentina (Rio Hondo);
23 aprile Americhe (Austin);
7 maggio Spagna (Jerez de la Frontera);
21 maggio Francia (Le Mans);
4 giugno Italia (Mugello);
11 giugno Catalogna (Barcellona);
25 giugno Olanda (Assen);
2 luglio Germania (Sachsenring);
6 agosto Repubblica Ceca (Brno);
13 agosto Austria (Spielberg);
27 agosto Gran Bretagna (Silverstone);
10 settembre San Marino (Misano);
24 settembre Aragona (Motorland Aragon);
15 ottobre Giappone (Motegi);
22 ottobre Australia (Phillip Island);
29 ottobre Malaysia (Sepang);
12 novembre Valencia (Ricardo Tormo).

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)