Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (©Getty Images)

Lewis Hamilton è tre volte campione del mondo di Formula 1. Dopo aver sfiorato il quarto titolo nella stagione 2016 l’inglese darà nuovamente l’assalto al Mondiale affiancato dal neo arrivato Valtteri Bottas. Durante un’intervista al programma televisivo francese “Quotidien” ha ricordato i principi della sua carriera e le difficoltà dei giovani di oggi ad entrare nel Motorsport.

La line-up dei piloti Mercedes AMG F1 è stata definita una settimana fa, con i vertici della Casa di Stoccarda che hanno confermato le indiscrezioni circolanti già da settimane. Sarà il finlandese Bottas a saltare sulla monoposto lasciata vacante da Rosberg e il feeling con il vice campione del mondo in carica sembra buono (a priori).

“Non vedo alcun problema. Lo rispetto come pilota e come persona – ha ammesso Valtteri -. Ha già celebrato grandi successi in F1, è un pluricampione e ha conquistato un sacco di vittorie per Mercedes. Penso che possiamo essere una buona squadra. Possiamo reciprocamente farci pressione ed essere più veloci. E aiutare la squadra ad essere migliore. Non vedo l’ora di incontrarlo”.

L’esordio “povero” di Lewis

Sarà Lewis Hamilton a partire con i favori del pronostico nel Campionato del Mondo 2017 di Formula 1. E’ uno dei piloti più forti e ricchi al mondo, ma prima di arrivare dov’è oggi ha iniziato dal basso e con il grande sostegno della famiglia. “Il percorso di carriera è ora più costoso che ai miei tempi… Non avevamo soldi quando sono andato in motorsports. Fin da bambino ho dovuto lottare con avversari più ricchi. Questo mi ha sempre motivato”.

Il 31enne pilota della Mercedes non dimentica gli sforzi compiuti dalla sua famiglia. “Non sarei qui oggi senza la mia famiglia e senza questa invidia che mi ha motivato… E’ necessario al giorno d’oggi spendere ancora più soldi di prima. La tecnologia si è evoluta notevolmente e tutto è diventato molto più costoso. Mio padre – ha ricordato Hamilton– ha ipotecato tre o quattro volte la casa per me. Gli alti costi sono un ostacolo difficile sulla strada per la Formula 1″.

Come quasi tutti i piloti ha iniziato con il karting, categoria che continua ad esaltarlo. “Alcuni delle migliori gare che ho visto ultimamente erano esattamente in questa classe entry-level, dove i piloti hanno circa dieci anni. Questa è la miglior corsa nel mondo, meglio di Formula 1 e tutti gli altri campionati – ha sottolineato Lewis Hamilton -. Questi bambini sono senza paura”.