Yamaha YZF-R6, la moto che tutti vogliono

Yamaha YZF-R6 (Twitter)

Se la divisione corse Yamaha presenta il nuovo dream team di MotoGP con Rossi e Vinales che promettono lotte all’ultimo sangue per il titolo mondiale con Honda e Ducati. La casa giapponese si prepara ad un successo già annunciato per la nuova Yamaha YZF-R6.

Il nuovo bolide nipponico promette un’elettronica di alto livello. Per migliorare la posizione di guida sono stati ridisegnati: la sella, il telaietto in magnesio e il serbatoio in alluminio. In particolare questo ultimo elemento presenta profondi incavi per permettere una maggiore comodità alle ginocchia e una capacità complessiva di 17 litri.

Nel complesso la moto è più leggera rispetto i suoi predecessori, il telaietto in magnesio è più stretto di 20 mm nella sezione anteriore. Sotto una scocca leggerissima ruggisce un motore 599 cc frontemarcia a 4 cilindri e 16 valvole. La YZF-R6 è equipaggiata con il controllo della trazione a 6 livelli e il cambio elettronico, che permette di cambiare senza frizione e la mappatura regolabile D-Mode.

Yamaha YZF-R6, aerodinamica migliorata

Il taglio frontale di questa due ruote si offre in maniera aggressiva. Con i due fari, che leggermente inclinati verso il basso, quasi disegnano uno sguardo corrucciato. In casa Yamaha promettono miglioramenti in merito all’efficienza aerodinamica dell’8%.

La Forcella è di tipo YZF-R1, completamente regolabile, con steli da 43 mm. Inoltre, per quanto riguarda l’avantreno freni a disco da 320 mm con pinze radiali a 4 pistoncini contrapposti. La potenza in frenata è straordinaria e grazie all’ABS il controllo è notevolmente migliorato in tutte le situazioni.

Per quanto riguarda il prezzo, dovrebbe costare intorno ai 14mila euro e l’uscita è prevista per aprile. Le dimensioni parlano di 2040 mm di lunghezza, 695 mm in larghezza, 1150 mm in altezza, interasse da 1375 mm e un’altezza minima da terra di 130 mm.

Antonio Russo