Nico Rosberg: “La vita è più che girare in tondo sui circuiti”

Nico Rosberg
Nico Rosberg (©Getty Images)

Nico Rosberg ha deciso di porre fine alla sua carriera in F1 dopo il titolo vinto nel 2016. Una decisione a sorpresa, ma che ha preso con molta serenità. Nessun rimpianto da parte sua, convinto di aver optato per la decisione migliore. Smettere da vincente e non sottoporsi più allo stress della competizione.

La volontà dell’ormai ex pilota va certamente rispettata, anche se è stata oggetto di molte discussioni. C’è chi non condivide l’abbandono così prematuro alle corse. E’ vero che viaggia verso i 32 anni, ma avrebbe avuto altre stagioni davanti a sé per dimostrare il proprio valore. Evidentemente aver vinto un titolo, l’unico della sua carriera in F1, lo ha appagato. Non ha avuto fame per cercare di andare alla conquista di un altro Mondiale.

Nico Rosberg contento del ritiro dalla F1

Nico Rosberg è intervenuto di fronte al pubblico del World Economic Forum di Davos e ha avuto modo di parlare della sua scelta di lasciare la F1. Dalle sue parole si capisce bene che è felice della sua decisione e ne spiega i motivi: “Non rimpiango affatto la mia decisione, volevo uscire al mio picco massimo. La vita è qualcosa di più che girare in tondo nei circuiti. Io voglio nuove sfide. Ora, improvvisamente, mi sento libero. Sto esplorando nuove cose. Le energie rinnovabili sono qualcosa che può essere molto interessante. Ci sono molte possibilità, così come le auto elettriche”.

Il tedesco ribadisce, dunque, che la sua volontà di lasciare le corse gli ha aperto un mondo nuovo e adesso può fare cose che prima non poteva. Il figlio d’arte ha fatto un esempio: “Non ho sciato per 11 anni a causa del mio contratto di pilota, che me lo vietava”. Si sta godendo la sua vita da persona normale, potendo anche sfruttare i guadagni di una carriera di sacrificio e impegno.

Rosberg è divenuto ambasciatore della Mercedes, restando così legato alla casa di Stoccarda per cui ha corso dal 2010 al 2016. Sicuramente questo ruolo non lo stresserà quanto quello di driver. Avrà il tempo libero per dedicarsi alla famiglia, ai suoi hobby ed esplorare nuovi interessi.

 

Matteo Bellan (segui  @TeoBellan su Twitter)