La tragedia dei ragazzini: autobus contro pilone, 16 morti

 

Un autobus con a bordo 55 studenti si è schiantato contro un pilone sull’autostrada A4, vicino allo svincolo di Verona Est. A bordo vi era una comitiva di ragazzi ungheresi in gita tra i 14 e i 18 anni. L’incidente è avvenuto poco prima di mezzanotte e il pullman ha preso fuoco. 16 morti, 39 le persone rimaste ferite e ricoverate negli ospedali di Borgo Trento e Borgo Roma.

Al momento restano aperte tutte le ipotesi sulle cause della tragedia, anche quelle legate a un’avaria del veicolo o un malore del conducente. I ragazzi ungheresi stavano tornando da una gita in Francia ed era in transito in Italia per fare ritorno al loro Paese di origine. Ma giunti a San Martino Buon Albergo, poco distante da Verona Est, il bus si è impattato contro un pilone e ha preso fuoco.

Secondo le prime informazioni, dopo il violento urto alcuni degli occupanti sarebbero stati sbalzati all’esterno, altri sarebbero rimasti bloccati nel veicolo che andava a fuoco. Non è escluso che tra le vittime vi sia il conducente dell’autobus e alcuni suoi familiari. Infatti tra i corpi carbonizzati ce n’è uno di fattezze più piccole, come di un bambino.

Sul luogo della tragedia, oltre alla stradale di Verona, è arrivata anche la polizia scientifica che ha compiuto un attento esame all’interno del pullman alla ricerca di ogni possibile traccia utile. L’attenzione è concentrata anche nella raccolta e visione dei video della rete autostradale.