MotoGP, Gigi Dall’Igna: “Ducati deve vincere, niente scuse”

Gigi Dall'Igna
Gigi Dall’Igna

Giornata importante oggi per Ducati, che ha presentato il team MotoGP per il campionato 2017. Presenti i piloti ufficiali Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso, ma anche i vertici della casa di Borgo Panigale.

Erano molto attese le dichiarazioni dei due rider, in particolare dell’ultimo acquisto Lorenzo, ma anche quelle dei massimi dirigenti della scuderia. Soprattutto per le parole di Gigi Dall’Igna, padre creatore della Desmosedici, c’era una certa impazienza. E’ lui il genio che è riuscito a rilanciare la Ducati dopo alcuni anni difficili. Ha avuto comunque collaboratori molto competenti che hanno saputo seguire le sue direttive.

MotoGP, Gigi Dall’Igna e la Ducati 2017

Gigi Dall’Igna nel corso dell’evento è salito sul palco e ha avuto modo di fare un discorso molto apprezzato dal pubblico presente e anche da chi ha assistito in diretta streaming: “Siamo ai blocchi di partenza della stagione 2017. Il 2016 si è chiuso in maniera positiva, è stato un anno in cui abbiamo consolidato la nostra crescita. Siamo riusciti a vincere due gare e a stare vicini ai nostri avversari in molte occasioni. Abbiamo anche messo in luce aspetti in cui eravamo probabilmente i migliori di tutti, in particolare motore e aerodinamica. Però avevamo pure delle lacune e li si concentrano i nostri sviluppi”.

Il direttore generale di Ducati Corse ha tracciato un bilancio positivo del campionato MotoGP 2016. A suo avviso è stata un’annata positiva quella passata e utile per fare un salto di qualità nel 2017. Il suo monologo è proseguito così: “Ci siamo organizzati meglio, per la prima volta nella mia gestione siamo riusciti a far debuttare la moto nuova già a Valencia. Questo è stato un punto di partenza importante. Abbiamo già programmato tanti sviluppi, che inizieremo a fare dalla settimana prossima con i nostri due collaudatori Stoner e Pirro, e poi con anche con i piloti ufficiali nei test successivi. Solo in Qatar concretizzeremo la vera moto del 2017”.

Dall’Igna è soddisfatto di come il team si è preparato in vista della nuova stagione, sia a livello di organizzazione che di lavoro sulla moto. Successivamente ha parlato di Jorge Lorenzo e di obiettivi: “Lorenzo è un cinque volte campione del mondo. Non ci resta che vincere il campionato del mondo, non abbiamo più scuse per non farlo. E’ stato uno dei motivi per i quali abbiamo preso Lorenzo, proprio perché una squadra che vuole vincere qualcosa di importante prima di tutto deve togliersi ogni scusa per poter perdere. Abbiamo la mentalità per provare a vincere il titolo. Non sarà facile, non partiamo favoriti, i nostri avversari sono forti”. Il messaggio lanciato è chiaro, bisogna lottare per vincere.

L’ingegnere veneto non dimentica di parlare di Andrea Dovizioso, pilota che è in Ducati da diverso tempo ormai e che sogna pure lui di portare al successo la Desmosedici: “E’ con noi da quattro anno e questo sarà il quinto. E’ qui per finire un lavoro. Quando ha iniziato eravamo in difficoltà e abbiamo passato assieme momenti complicati e altri bellissimi. E’ un pilota che può puntare a fare qualcosa di importante”. Chissà se il Dovi sarà la sorpresa del 2017…

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)